FANDOM


Personaggio
Volrath, the ShapestealerART1
Nome Volrath
Originario di Dominaria - Jamuraa
Lifetime 4.178 A.R. - Morto nel 4.205 A.R.
Razza Prima Umano, poi Polimorfo
Titolo
  • Il Caduto
  • Il Rubaforma
Stato Deceduto


Volrath, l'evincaro di Rath era in realtà Vuel, figlio di Sidar Kondo signore della Guerra del clan nord del continente di Jamuraa e fratello adottivo di Gerrard Capashen.

VuelModifica

La rivoltaModifica

Quando il giovane Gerrard Capashen venne adottato da suo padre, inizialmente Vuel lo trattò con disprezzo, ma poi i due divennero buoni amici.

Durante il rito che Vuel doveva affrontare per poter un giorno succedere a suo padre: scalare una parete rocciosa, Starke il-Vec mise del veleno sulla vernice dei tatuaggi che facevano parte del rituale. In preda al veleno, Vuel svenne durante la scalata. Gerrard però riuscì a salvare il fratello da morte certa. La tradizione del rituale richiedeva che Vuel superasse la prova da solo, per tanto fallì. Vuel iniziò così a provare rancore verso Gerrard per averlo salvato, poichè al posto del disonore, avrebbe preferito la morte. Mentre vagava da solo in preda alla disperazione, venne raggiunto da Starke che lo confortò e stuzzicò il suo ego e il suo bisogno di vendetta contro il fratello. Vuel radunò altri barbari da altre tribù e attaccò il suo ex-clan. Questo portò la morte di molte persone che conosceva ma non se ne curò e uccise personalmente suo padre Sidar Kondo accusandolo di aver preferito Gerrard, che si trovava a Yavimaya da Multani, a lui che era il suo vero figlio. Durante questo periodo, Vuel riuscì a disattivare Karn e a rubare i manufatti dell'Eredità che vendette per poter pagare i mercenari al suo servizio.

La trasformazione in VolrathModifica

La sua brama di potere trovò soddisfazione su Rath, a cui arrivò tramite un portale in possesso di Starke. Lì udì le promesse di potere di Yawgmoth e accettò di servire phyrexia, diventando Volrath, il nuovo evincaro di Rath, un polimorfo, maestro di manipolazione mentale e del controllo dei mutaroccia.

I tramutantiModifica

Volrath riuscì a rapire la Regina dei Tramutanti da un piano sconosciuto e la portò su Rath. Qui la regina produsse numerosi tramutanti, generando una vera e propria razza che iniziò a vagare per il piano.

Dopo la trasformazioneModifica

Volrath ordì un piano per vendicarsi di Gerrard Capashen e distruggere l'Eredità. Pianificò il rapimento del capitano Sisay per attirare l'equipaggio della Cavalcavento su Rath, dove la Predatrice tese loro un'imboscata. Durante la battaglia Tahngarth e Karn vennero catturati e l'Eredità rubata mentre Gerrard cadde fuori bordo vicino alla foresta di Cielsudario. Tuttavia, Volrath era sicuro che suo fratello era sopravvissuto e che presto sarebbe arrivato all'interno della Fortezza per salvare i suoi amici e recuperare il suo diritto di nascita. Come trappola mortale, Volrath mise la Regina a guardia dell'eredità, ma a sua insaputa Karn riuscì a convincerla a cedergliela.

Volrath osservò i progressi di Gerrard e dei suoi compagni all'interno della Fortezza e vide che alla fine molti di loro erano rimasti feriti costringendo Gerrard e Starke il-Vec a proseguire da soli come lui desiderava. Si confrontò con i due quando arrivarono insieme a Takara e Sisay, entrambe sotto il suo controllo mentale. Grazie al ritorno e all'aiuto di Tahngarth, Gerrard riuscì a neutralizzare le due donne senza far loro del male e riuscì a uccidere Volrath solo per scoprire subito dopo che in realtà aveva ucciso un altro mutaforma che aveva assunto le sue sembianze. In realtà, Volrath aveva assunto la forma di Takara per infiltrarsi a bordo della Cavalcavento quando fuggirono dalla Fortezza.

MercadiaModifica

Su Mercadia, Volrath usò il suo falso aspetto per manipolare i membri dell'equipaggio in modo da metterli l'uno contro l'altro, causando molti guai. Prese in seguito la sua vendetta contro Starke, colpevole di averlo tradito, uccidendolo lentamente e senza rivelargli il vero destino di sua figlia. Cercò di rubare la Cavalcavento ma fallì e venne sconfitto in combattimento da Gerrard che pensava di averlo ucciso, ma si sbagliava. Volrath si riprese e tentò nuovamente di catturare l'equipaggio e la Cavalcavento ma fallì nuovamente e fu costretto a ritirarsi su Rath.

Ritorno su RathModifica

Al suo ritorno, Volrath scoprì che il suo trono era conteso da altri pretendenti: Greven il-Vec, Ertai e Crovax. Partecipò alla sfida per riprendersi la sua posizione di leader e sfidò Crovax e inizialmente sembrò avere il sopravvento sul vampiro, ma mentre stava per dargli il colpo di grazia, venne paralizzato da Ertai che era intervenuto in favore di Crovax e che col suo aiuto riuscì a far vincere il vampiro che divenne il nuovo evincaro di Rath.

Quando Crovax fu incoronato evincaro, ci fu anche l'esecuzione di Volrath che fu privato dei suoi doni phyrexiani tornando ad essere Vuel a cui fu iniettato una fiala di mutaroccia che Ertai poi manipolò dal suo interno del suo sangue per ucciderlo. Prima di morire visto che la sovrapposizione di Rath era iniziata, Vuel rivide il cielo di Dominaria.

ReferenzeModifica

Rappresentato inModifica

Testi di coloreModifica

GalleriaModifica

CuriositàModifica

  • Volrath è la crasi della frase "Vuel di Rath".
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.