FANDOM


Vivien Reid è una planeswalker che usa il mana verde.

Ha un legame speciale con gli animali della foresta che si manifesta nel suo Bestiarco. L'essenza di ogni creatura di Skalla è contenuta nel suo arco, e quelle creature vivono attraverso lei che può evocarle scagliando le frecce sui nemici. Può anche catturare le essenze delle creature su altri mondi. È una feroce protettrice di tutte le creature, dei luoghi selvaggi e di chiunque sia minacciato da una forza più grande di lei. Skalla venne distrutto da Nicol Bolas e ciò che lo ha attirato sul suo mondo l'hanno convinta che chiunque non sia dalla sua parte è un nemico. Ormai esperta di viaggi interplanari, Vivien ha una nuova missione: estirpare il male della civilizzazione e ripristinare l’ordine naturale del multiverso.

Ascesa dell'arcieraModifica

Nata a Skalla, Vivien faceva parte degli Smaragdi, votati alla protezione della moltitudine di creature della foresta e delle terre selvagge del piano dalla crescente civiltà dei Nura. La civiltà avanzata aveva circondato le poche zone boschive rimaste e nonostante i loro sforzi, Vivien e i suoi compagni combattevano una battaglia persa.

Le innovazioni dei Nura attirarono Nicol Bolas su Skalla. Dopo aver sottratto tutti i loro segreti, Bolas decise che il piano non gli era più utile e iniziò a distruggerlo. Per combatterlo, gli Smaragdi e i Nura fusero la loro magia creando il Bestiarco, un'arma capace di invocare qualsiasi creatura mai vissuta su Skalla. Il loro piano era usare l’arco in un’ultima disperata battaglia contro Nicol Bolas, ma fallirono. Mentre il suo mondo veniva distrutto, Vivien accese la sua scintilla e potè fuggire su un altro mondo portando il Bestiarco con sè.

Viaggi nel multiversoModifica

Nei suoi primi giorni da planeswalker, Vivien ebbe qualche difficoltà con il Bestiarco, che sembrava avere vita propria. Inizialmente le creature evocate con l’arco erano incorporee: versioni feroci, ma immateriali. Spostandosi su nuovi piani, però, Vivien incontrava nuove creature e le aggiungeva al suo serraglio, accrescendo la potenza del Bestiarco. Ben presto fu in grado di evocare le arcane forme eteree di creature provenienti da una miriade di piani, tra cui bestie più grandi e potenti di qualsiasi essere mai vissuto su Skalla.

IndomitaModifica

LuneauModifica

Arrivata su Ixalan, dopo la scomparsa del Sole Immortale, Vivien incontrò Frederic un cacciatore vampiro della Legione del Vespro che la convinse a visitare Luneau, la sua città, parlandole del Serraglio Reale: un luogo talmente enorme da contenere interi ecosistemi nelle sue gabbie dorate. Arrivati a destinazione, Vivien esplorò Luneau insieme a Frederic che le mostrò diversi luoghi e le raccontò di alcune storie sugli animali ignaro del disgusto e della rabbia dell'altra. Vivien voleva incoccare il potere del Bestiarco e puntarlo al cuore della città: decise che non se ne sarebbe semplicemente andata via da Luneau, ma che l'avrebbe rasa al suolo. Successivamente, assistette allo spettacolo in cui venivano usati gli animali prigionieri della città che venivano torturati, tormentati e infastiditi per il divertimento dei vampiri. Non riuscendo più a controllare la sua rabbia, Vivien disse che quello che stava vedendo era pura crudeltà e Frederic replicò che si trattava di intrattenimento. Prima che lei potesse rispondergli, il Barone di Vernot continuò lo spettacolo mostrando un dinosauro. Osservando la creatura, Vivien comprese che un tempo era stata maestosa ma ora riusciva a malapena a tenersi in piedi e non potè reagire contro i soldati che l'attaccarono per rendere felice il pubblico. Vivien incoccò una freccia la scagliò e dopo che colpì il pavimento dalla punta della freccia venne evocata un'idra composta interamente di magia che attaccò i vampiri. I soldati si concentrarono su di lei che iniziò a correre verso il palco lanciando altre frecce ed evocando altre creature. Arrivata davanti al Barone, Vivien disse che quel luogo era un abominio e che Luneau avrebbe pagato per ciò che aveva fatto a quel mondo. Lui replicò che era più interessato al suo arco e a sapere da dove arrivavano le sue creature. Vivien posò il Bestiarco per usare i suoi pugnali, rispose che "loro" erano i morti di Skalla e attaccò il Barone colpendolo con le sue lame. Lui contrattaccò con un forte manrovescio. I due continuarono a combattere. Usando l'arco come se fosse un bastone Vivien riuscì a colpire il suo nemico altre tre volte, ma sfortunatamente per lei alcune guardie erano riuscite a raggiungerla. Continuò a combattere ma alla fine perse conoscenza venendo catturata.

Prigioniera del BaroneModifica

Vivien si svegliò con i polsi ammanettati e si trovò davanti al Barone di Vernot. Lui la informò che avevano preso il suo arco ed erano riusciti a evocare un orso per qualche secondo che aveva ucciso altri dei suoi uomini prima di svanire. Continuò che era sicuro che fosse una planeswalker ma che era stranamente maldestra per il fatto che non usasse nessun incantesimo protettivo e che non vedeva altre direzioni se non quelle di fronte a lei. Vivien ignorò le sue parole e chiese di ridarle il Bestiarco. Lui rise e andò via. Il Barone tornò numerose altre volte a farle domande sull'arco e su Skalla ma Vivien tenne per sè le risposte restando in silenzio. Venne torturata, ma rispose ridendo a ogni tentativo di lui di piegarla: Nicol Bolas le aveva già inflitto qualcosa di peggiore distruggendo Skalla. Per evitare che morisse o impazzisse veniva curata alla fine di ogni tortura. Successivamente, il Barone fece una proposta a Vivien: se gli avesse insegnato a usare il Bestiarco l'avrebbero resa una vera regina e Skalla sarebbe tornata a vivere all’interno di quelle mura. Vivien disse che accettava ma che le serviva l'arco e spiegò che nel momento della morte di una creatura, la sua arma assimilava un’immagine del morente dentro di sé, preservandone per sempre lo spirito. Avvertì che solo lei poteva usare l'arma in sicurezza gli altri sarebbero morti.

La distruzione di LuneauModifica

Vivien sapeva che il Barone non si fidava delle sue parole e in certi casi lei gli aveva mentito. Dopo averle restituito l'arco, lui fece evocare una barriera magica che imprigionava Vivien insieme al dinosauro morente per permetterle di mostrargli se avesse detto la verità. Vivien eseguì il rituale e quando finì la creatura fu legata al Bestiarco. Il Barone volle che fosse uno dei suoi a usare l'arma per l'evocazione ma il soldato morì. Lei lo guardò e disse che l'aveva avvertito ma l'altro replicò che gli stava tenendo nascosto qualcosa. Vivien abbassò gli occhi sulla guardia morta, vide il ragno e usando la sua magio lo fece diventare gigantesco. La creatura attaccò e nel caos che ne seguì Vivien riuscì a fuggire dalla sua prigione e evocò il dinosauro. La creatura si lanciò sul Barone di Vernot uccidendolo. Liberò altri animali e li fece crescere con la sua magia e alla fine le bestie distrussero Luneau. Vivien sorrise osservando il risultato delle sue azioni e si disse che il suo soggiorno su Ixalan era stato davvero illuminante. Toccò il Bestiarco e si disse che non aveva considerato quanto fosse semplice rimuovere la reliquia dalla sua persona, o il rischio che venisse presa e usata da altri: avrebbe dovuto prendere delle precauzioni. Il ricordo di Nicol Bolas le fece venire in mente che c'erano altri draghi nel multiverso e decise di andare su Shiv per trovarne uno. Diede un'ultima occhiata a Ixalan e poi viaggiò nella cieca eternità verso la sua nuova destinazione.

La Guerra della ScintillaModifica

Vivien venne attirata su Ravnica dal Faro Interplanare e rimase intrappolata dal Sole Immortale di Nicol Bolas. Accanto a molti altri planeswalker e abitanti del piano combatté contro gli Eterni dell'Orda Atroce di Bolas guidati da Liliana Vess. Per lei, la guerra era personale: cercava vendetta per la distruzione di Skalla, sperando di uccidere personalmente Bolas.

Durante l'invasione del piano, fu presente alla riunione dove i leader della difesa di Ravnica si riunirono per mettere a punto una strategia. Quando alcuni degli abitanti del piano proposero di arrendersi a Bolas per impedire altre morti e distruzioni, Vivien e Samut spiegarono che la resa non era un'opzione e raccontarono ciò che Bolas aveva fatto ai loro mondi: il drago antico avrebbe conquistato o distrutto Ravnica semplicemente per la propria soddisfazione, anche se avesse ottenuto ciò che voleva.

Sotto raccomandazione di Jace Beleren, decisero di dividersi in team per concentrarsi su compiti specifici: Vivien, Jaya Ballard, Jace e Teferi si offrirono volontari per assassinare Liliana. Quando trovarono la necromante, Teferi manipolò il tempo intorno a lei, rallentando la sua capacità di reagire, difendersi o contrattaccare. Ciò permise a Vivien e Jaya di ferirla gravemente; la prima con le sue frecce e gli spiriti animali che evocava, la seconda con il fuoco, mentre Jace l'attaccava mentalmente. Gli spiriti degli Onakke emersero dal Velo stesso per proteggere Liliana. Ciononostante, i quattro riuscirono quasi nella loro missione, ma sfortunatamente per loro, Bolas intervenne e salvò Liliana distruggendo gli edifici su cui si trovavano i suoi nemici. Fortunatamente Teferi salvò se stesso e gli altri tre planeswalker rallentando le loro cadute.

Vivien fu tra i pochi planeswalker che decisero di rimanere sul piano dopo che Chandra Nalaar disattivò il Sole Immortale e aiutò i Guardiani nel loro scontro con Bolas. Dopo la fine della guerra, fu una dei planeswalker sopravvissuti alla battaglia e fu presente durante la celebrazione della vittoria. Parlò con i Guardiani e disse che considerava Liliana un'altra potenziale minaccia per il multiverso, e quindi un altro nemico che doveva essere sconfitto.

Dopo la Guerra della ScintillaModifica

Dopo la fine della guerra, Vivien assistette Vraska nel rintracciare Dovin Baan a Kaladesh, ma in seguito perse la sua traccia e le due planeswalker si separarono.

Ikoria: Lair of Behemoths - Sundered BondModifica

Su IkoriaModifica

Sin dalla fine della guerra su Ravnica, Vivien pensò a cosa significhi possedere una scintilla. Crede che i planeswalker abbiano l'obbligo di usarla saggiamente e sta cercando un significato in tutto ciò.

Viaggiò su Ikoria per fare ricerche sulla sua popolazione di mostri unici e incredibili, ma anche perchè temeva che sul piano ci fosse andato anche un altro planeswalker, qualcuno che non conosceva da molto tempo, ma sapeva che era nella sua natura intromettersi.

Incontro con LukkaModifica

Percependo una strana magia e investigando su essa, Vivien incontrò Lukka, un Vincolatore che aveva di recente formato il suo legame e ciò che aveva attirato la sua attenzione era stato proprio il vincolo dell'Eludha. L'arciera lo salvò dai suoi inseguitori, Giubbe Ramate di Drannith.

I due trovano la tigre alata di Lukka che usando il legame tra loro scoprì che una grande formazione di cristalli nota come l'Ozolito era la fonte di una voce, un impulso che costringeva i mostri ad attaccare Drannith. Vivien temeva che tutto ciò fosse opera del planeswalker senza nome. I due vengono raggiunti dai loro inseguitori, guidati da Jerina Kudro, ma riuscirono a fuggire cavalcando la tigre alata.

Nuovi alleatiModifica

Vivien e Lukka trovano altri vincolatori, apparentemente i mostri potevano comunicare tra loro tramite i cristalli, ed essi si unirono a loro nel viaggio verso l'Ozolito.

La battaglia nell'OzolitoModifica

Vivien, Lukka e i vincolatori arrivarono a destinazione contemporaneamente a Jerina e alle sue forze di cacciatori e pirati del cielo. Ai presenti si unirono anche alcuni incubi che sorvegliavano l'Ozolito. Iniziò così uno scontro.

Lukka collegò la sua mente al cristallo e riuscì usare il potere dell'Ozolito che usò per prendere il controllo degli incubi per attaccare i cacciatori. Ciò spinse i pirati alla fuga. Lukka decise poi di usare il suo nuovo potere per controllare i mostri per il bene di Drannith. Vivien e i vincolatori non approvarono la sua idea, poiché vedevano gli animali come amici, non come schiavi.

Alla fine, Lukka decise di prendere il controllo dei mostri dei vincolatori. Vivien gli disse che aveva pensato che fosse una brava persona, ma ora si era spinto troppo oltre. L'arciera cercò di affrontarlo, ma fu costretta a fuggire con i vincolatori.

Il salvataggio di JerinaModifica

Vivien e i suoi alleati salvano Jerina che stava venendo portata via dalla corrente di un fiume. Lei raccontò loro dell'incontro tra Lukka e il generale Kudro e della morte di suo padre.

Battaglia per DrannithModifica

A Drannith, Vivien e i vincolatori offrirono il loro aiuto a Jerina, che aveva preso il comando delle difese della città, per combattere contro i mostri di Lukka.

Nella battaglia Vivien e i suoi alleati riuscirono a mettere in serie difficoltà il folle vincolatore che, a un passo dalla sconfitta, cercò di prendere il controllo di tutti i mostri legati, ma l'affetto che essi provavano per i loro vincolatori gli rese il compito più difficile. Nel tentativo di riuscirci, finì per sovraccaricare l'Ozolito e farlo esplodere. Ciò causò l'accensione della sua scintilla che lo fece viaggiare su un altro piano mettendo fine alla battaglia.

Dopo che tutto finì, Vivien riprese i suoi viaggi.

ReferenzeModifica

Rappresentata inModifica

Testi di coloreModifica

Carte associateModifica

GalleriaModifica

CuriositàModifica

  • Vivien è la prima planeswalker mono verde a essere introdotta dal 2009 e ha debuttato in Set Base 2019.
  • È in grado di identificare le piante velenose o nutrienti dalla loro aura magica.

Collegamenti esterniModifica


Attuali AbianAjaniAngrathAminatouArlinn KordAshiokBasri KetCalixChandra NalaarDarettiDavriel CaneElspeth TirelEstridGarrukHuatliJace BelerenJaya BallardJiang YangguKarnKasminaKayaKioraKothLiliana VessLukkaMu YanlingNahiriNarsetNissa RevaneOb NixilisOkoRal ZarekRowan KenrithSaheeli RaiSamutSarkhan VolSorin MarkovTacenda VerlasenTamiyoTeferiTeyo VeradaTezzeretTibaltUginVivien ReidVraskaWill KenrithLa ViandanteWrennIl Più Sfortunato
Dispersi Ash EmbereckArzakonDakkon BlackbladeDrabkDrakthaEskilFatimaFiersGerheartGeyadrone DihadaGrenfell MorInzervaJared CarthalionKarshanKazzKrimKrimonLilyMarduk BlackwaterMasrathMezlokMindrelNailahParcherPlatonRafethrasaRamazRaviRavidelSandruuTaishiarTempèTerrent AmeseTessebikThomilThornValdusian TomerVramWorzelYawdenZakk
Scintilla persa Azor IKuthumanNicol BolasSlobad
Deceduti AltairAntonAzarBaltriceBo LevarBoragorBrandChaneyCommodore GuffDack FaydenDariaDomri RadeDovin BaanDyfedFaralynFerozFreyaliseGideon JuraGreensleevesGrinthJeskaKenan SahrmalKentoKhaziKristinaLeshracLianaManatarquaMeshuvelSerraSifa GrentTaysirTevesh SzatUrzaVenserVronosWindgraceXenagos
Speciali AbianB.O.B.DuckDungeon Master
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.