Magic: the Gathering Wiki
Advertisement

Tocasia era archeologa di Argivia, su Dominaria, l'insegnante di Urza e Mishra.

L'Archeologa[]

La giovinezza di Tocasia è per lo più un mistero. L'archeologa ricorda di essere stata una donna dai capelli neri che mai si è sentita a casa nella vita ad Argivia e di aver sempre nutrito interesse per le reliquie dell'Impero Thran. Conosceva il padre di Urza e Mishra e questi le permise di vivere in libertà, ma non è chiaro cosa questo significhi.

Le sue scoperte nell'ambito dei Thran le hanno valso rispetto nelle cerchie più alte di Penregon, a cui donò l'orologio della Grande Corte della città, una delle sue prime scoperte, nella speranza di fondi. Da quel momento, i nobili di Argivia iniziarono a mandarle i loro figli perché studiassero con lei, apprendendo i segreti del lavoro manuale e dello studio dei Thran, per poi tornare alla capitale.

Tocasia visse la maggior parte della sua vita nei siti di scavi, circondata solo da sabbia, macchinari antichi e nuovi, conquistandosi il rispetto delle tribù Fallaji che l'assistevano, insegnando a giovani che avrebbero dimenticato tutto nel momento stesso in cui fossero tornati a casa. Questo finché non conobbe i due fratelli.

La Guerra dei Fratelli[]

L'arrivo dei fratelli[]

Nell'anno 10 AR Tocasia si trovava nella sua tenda intenta a studiare il cranio di un Su-Chi, quando Loran giunse per informarla dell'arrivo di Sirrah Bly, un carovaniere di Argivia che trasportava merci per il suo campo e spesso accompagnava anche aspiranti archeologi. Tocasia si mosse verso il carro, notando che in molti si erano ammassati per osservare la situazione. Bly stava discutendo con due ragazzini, uno dai capelli neri che si nascondeva dietro un biondino che sembrava più maturo. Quando Tocasia si avvicinò per chiedere spiegazioni i due ragazzi si presentarono come Urza e Mishra e le consegnarono una lettera in cui veniva richiesto che rimanessero con lei per studiare, ma Bly voleva rimanessero con lui per il resto del viaggio. Tocasia riconobbe il nome del padre, colui che le aveva permesso di rimanere libera e disse che li avrebbe accettati sotto la sua ala e gli disse di seguire Loran. Rimase con Bly, che le raccontò della nuova condizione familiare dei giovani finché Loran non tornò per informarla che i giovani stavano litigando con un altro ragazzo di nome Richlau.

Tocasia's WelcomeART1

Tocasia accoglie Urza e Mishra.

L'archeologa li fece venire nella sua tenda per farsi spiegare cosa fosse accaduto e dopo un'iniziale difficoltà, Mishra ammise di aver calpestato per errore il giaciglio di Richlau, che tuttavia la prese male e lo aggredì, costringendo Mishra e Urza a rispondere. Tocasia allora disse loro che avrebbero lavorato e studiato con lei, come richiesto dal padre, spigandogli che in quel luogo scavavano in cerca di artefatti risalenti all'Impero Thran, rimanendo sorpresa quando entrambi chiesero se le creature usate per scavare fossero tra quelli, cosa non semplice visto che erano mascherati per sembrare veri animali, spiegandole che non si muovevano esattamente come animali. Con rinnovato interesse nei due li spedì a lavorare nelle cucine come punizione per la lite, non prima però che avessero nuovamente litigato, mentre osservavano il cranio dei Su-Chi sul suo tavolo, stranamente non distruggendolo, ma riparandolo e apparentemente attivando una pietra al suo interno.

Ornitotteri e segni nel terreno[]

Dopo il loro arrivo presso il suo campo, i due fratelli crebbero in sapienza e abilità. All'inizio parevano simili, ma ben presto Tocasia iniziò a notare le differenze: Urza era molto più interessato agli studi ed era più preciso e solitario, mentre Mishra aiutava volentieri gli scavatori sul campo ed era molto più socievole, ma anche più irascibile. Per lo più i due collaboravano, specialmente se sotto il controllo di Tocasia e le loro liti erano gestibili. Durante il loro sesto anno al campo, gli scavatori rinvennero i resti di una bizzarra macchina volante, che Urza ribattezzò Ornitottero e lui e Mishra collaborarono per ripararlo e costruirne un nuovo modello funzionante. Ci riuscirono e durante il volo di prova di Mishra, il giovane vide dei misteriosi disegni nel terreno, visibili solo in volo.

Take FlightART1

Il volo dell'Ornitottero.

Sospettavano fossero i resti di architettura e arte Thran e per questo si mossero in direzione del luogo, ma dopo circa quattro anni dall'avvistamento Urza propose di interpretarle diversamente: come delle indicazioni. Così calcolò un percorso. Il giorno dopo lui, Mishra e Tocasia salirono a bordo dell'ornitottero e partirono verso il luogo indicato, alla base delle Creste di Kher, sebbene Ahmal, il capo degli scavatori Fallaji, le avesse detto che quel luogo fosse considerato sacro da alcune antiche credenze della tribù. Durante il viaggio sorvolarono il deserto di Koilos, che venne rinominato così da Urza e giunti oramai in prossimità del luogo vennero attaccati da un roc, che li costrinse ad un atterraggio di fortuna nei pressi del luogo che Ahmal aveva chiamato il Cuore degli Antichi.

Due pietre del potere[]

Una volta atterrati i tre iniziarono a esplorare la grotta e mentre scendevano sempre più in profondità trovarono i resti di decine e decine di Su-Chi perfettamente integri, sebbene spenti. Alla fine giunsero in una grande sala, con al centro una grande Pietra del Potere circondata da decine di specchi. Prima che potesse dire qualcosa, i due fratelli si avvicinarono alla pietra, dalla quale si propagò un'onda d'urto che lanciò i tre contro le mura. Una volta ripresasi, Tocasia vide che la pietra si era divisa in due, una che emanava una luce rossa nelle mani di Urza e una che emanava una luce verde in quelle di Mishra.

Mentre i due iniziarono a discutere di chi fosse la colpa, i Su-Chi si riattivarono e iniziarono ad inseguirli. Nella fuga Urza li irradiò con la sua pietra, ma anziché debilitarli sembrava invece renderli più forti e così corsero. Una volta all'esterno fu il turno di Mishra, la cui pietra sembrò rallentarli e indebolirli, ma in quel momento ricomparve il roc, deciso a mandarli via dal suo territorio. Fortunatamente, Urza usò la sua pietra per riattivare una macchina simile ad un ragno e la lanciò in un attacco suicida contro i Su-Chi e il roc. Fuori pericolo, i due iniziarono a litigare per avere la pietra dell'altro, ma Tocasia li rimproverò e gli disse di riparare l'ornitottero, così che potessero andarsene. I due si calmarono, ma Tocasia sentì che vi era qualcosa di diverso in loro, anche se non sapeva cosa.

La fine[]

Tornati al campo la situazione non migliorò. Nei mesi successivi la spaccatura tra i due sembrava sempre più ampia. Urza scherniva il fratello chiamando la sua pietra Pietra del Vigore e l'altra Pietra della Debilitazione, sottintendendo di possedere la metà migliore e piano piano smise di farsi vedere alle cene. Mishra dal canto suo iniziò a divenire sempre più rabbioso e instabile, inizialmente lasciando l'alloggio che condivideva col fratello per stare assieme agli altri scavatori e poi anche lui smise di farsi vedere alle cene in comune. La situazione era pericolosa e la visita di Ahmal una sera non le portò notizie migliori. L'anziano scavatore le disse che molte più persone di quelle che pensava avevano preso male l'incursione delle Grotte di Koilos e che i recenti movimenti della tribù Suwwardi portavano aria di guerra. Le disse anche che Hajar, il suo secondo e amico di Mishra, l'aveva informato che il giovane gli aveva confessato di star facendo spaventosi incubi da quella volta e che sembrava sempre più agitato e che la pietra sembrava avere qualcosa a che fare. Tocasia ascoltò tutte le parole del suo vecchio amico e alla fine si separarono.

Brotherhood's EndART1

La fine e l'inizio.

Non molto più tardi quella sera stessa, Hajar venne da Tocasia per informarla che Mishra probabilmente si trovava negli alloggi di Urza, ufficialmente per prendere qualcosa che aveva dimenticato, ma temeva centrasse la pietra di Urza. Tocasia corse nei loro alloggi e li trovò litigare e alla fine i due si puntarono le pietre contro, che sprigionarono un'energia così potente da causare un'esplosione che rase al suolo l'edificio. I due sopravvissero, ma l'anziana Tocasia invece perse la vita, il suo vecchio corpo non poté sopportare l'energia delle pietre e perì.

Era l'anno 20 AR quando l'anziana venne sotterrata, con alcuni dei suoi ex studenti come Loran e Richlau che vennero per compiangerla e smontare il campo.

Referenze[]

Rappresentato in:
  • Tocasia, Mentore dello Scavo
Mostrato in:
  • Benvenuto di Tocasia
  • Fine del Rapporto Fraterno
  • Lezione Severa
  • Scavo Meticoloso
  • Tutore Personale
Carte associate:
  • Onulet di Tocasia
  • Scavo di Tocasia
Testi di colore:

Curiosità[]

  • In un multiverso alternativo, Tocasia era un'elementalista.

Articoli correlati[]

Espansioni AntiquitiesLeggendeL'OscuritàFallen EmpiresBlocco di Era Glaciale (Era GlacialeAlleanzeOndata Glaciale) • Blocco di Mirage (MirageVisioniCavalcavento) • Blocco di Urza (Saga di UrzaDestino di UrzaEredità di Urza) • Blocco di Invasione (InvasioneCongiunzioneApocalisse) • Blocco di Odissea (OdisseaTormentoSentenza) • Blocco di Assalto (AssaltoLegioniFlagello) • Blocco di Spirale Temporale (Spirale TemporaleCaos DimensionaleVisione Futura) • Magic OriginsDominariaSet Base 2019Dominaria UnitaLa Guerra dei FratelliDominaria RemasteredL'Avanzata delle Macchine
Luoghi TerisiareAeronaJamuraaTamingazinOtariaSarpadiaTolariaCalimanCorondorShivMadara
Storia Guerra degli Antichi DraghiGuerra dei FratelliEra GlacialeDisgeloInvasione di PhyrexiaRiparazioneSeconda Invasione di Phyrexia
Nativi Vedi Dominaria/Planeswalker
Approfondimenti AltroEventiGruppiLuoghiPersonaggiRazzeVisitatori
Advertisement