FANDOM


Personaggio
Non disponibile
Nome Tacenda Verlasen
Originario di Innistrad - Kessig, Approaches, Verlasen
Lifetime 4546 A.R.
Razza Umano Planeswalker
Titolo -
Stato Viva


Tacenda Verlasen è una giovane planeswalker che usa le sue canzoni per creare e lanciare incantesimi. Porta con sé una viola (un violino), questo, e qualsiasi altro strumento musicale che suona, entra in risonanza con la sua canzone di difesa che però è efficace solo contro i mostri. Condivide la sua mente con un'Entità

Children of the NamelessModifica

GioventùModifica

Tacenda e sua sorella gemella Willia nacquero a Kessig negli Approaches, a Verlasen da una coppia di produttori di abbigliamento. Le due erano nate con una maledizione: Tacenda diventava cieca con il sorgere del sole, mentre Willia lo diventava di notte. Non sono mai riuscite ad avere la vista contemporaneamente. I cittadini sussurravano che fosse il tocco del Pantano su di loro e la consideravano una cosa positiva: significava che le gemelle erano state benedette.

Successivamente, Tacenda scoprì che amava cantare e che le sue canzoni potevano evocare una magia di protezione contro i mostri nei boschi. La sua gemella si trovò con la stessa magia mentre combatteva con la spada, diventando una temibile guerriera. Grazie alla protezione delle due gemelle, Verlasen divenne un rifugio sicuro e prosperò.

I WhisperersModifica

Poco dopo il quindicesimo compleanno delle due gemelle, i loro genitori furono attaccati e uccisi nei boschi. Successivamente anche Willia morì. Tacenda continuò a proteggere il villaggio, ma la sua magia non riuscì a fermare i Whisperers, che attaccarono Verlasen uccidendo tutti tranne lei.

Incontro con DavrielModifica

Tacenda decise di vendicarsi di colui che credeva fosse l'assassino: l'Uomo del Maniero. Quando la sua vista tornò, Tacenda colpì da sola e tentò di ucciderlo. Il suo attacco fallì, ma la giovane scoprì che Davriel era innocente e che agli abitanti del suo villaggio era stata rubata l'anima: se fosse riuscita a far tornare in tempo le anime nei rispettivi corpi avrebbe potuto salvare tutte le vittime degli ultimi attacchi dei Whisperers. Riuscì a "ottenere" l'aiuto di Davriel, che decise di aiutarla a capire cosa fosse successo a Verlasen.

Ricerca della veritàModifica

Indagando alla chiesa dell'Angelo Senza Nome, Tacenda e Davriel scoprirono che la gente all'interno era stata in grado di resistere agli attacchi dei Whisperers fino a quando un traditore non aveva lasciato entrare i geist. Dal momento che i Whisperers non erano influenzati dalla canzone di Tacenda, ma erano stati fermati dai sacerdoti, Davriel dedusse che appartenevano al Pantano. Anche gli spiriti che Tacenda aveva sentito sussurrare erano probabilmente persone del suo stesso villaggio. Dopo una visita alla Priory e alla sua priora, i due scoprirono che anche lei era stata fuorviata.

Durante le indagini, Davriel cercò di rubare la magia della canzone di Tacenda, ma l'altra riuscì a resistergli. Lui le chiese se c'era un'entità, simile alla sua, che le parlava. Lei negò, ma l'Entità di Davriel confermò che l'altra stava trasportando una parte dell'Entità del Pantano e che la maggior parte del suo potere doveva essere nascosta nel Pantano stesso. Tuttavia, indagando nella palude, scoprirono che era vuota e furono assediati da una schiera di Whisperers.

I due fuggirono di nuovo alla Priory per usare il Seelenstone come loro protezione. Lì trovarono l'assassino che stavano cercando che si rivelò essere Willia.

La verità rivelataModifica

Willia disse a Tacenda che l'Entità del Pantano aveva iniziato a parlare con lei e le aveva rivelato del potere che possedeva e che poteva usare per fermare l'oscurità. Doveva solo rendere tutto intero il Seelenstone, trovando gli altri pezzi sparsi tra la gente degli Approaches, ognuno con un piccolo frammento di potere.

I primi pezzi che aveva recuperato erano le anime dei loro genitori. Quando scoprì che stavano portando offerte al Pantano a ciò che lei pensava fosse un falso dio, ebbero una discussione. Non intendeva ucciderli, ma il potere della Seelenstone, combinato con il suo, lo aveva reso possibile e li aveva trasformati in Whisperers.

Era tornata alla Priory per confessare il suo crimine, ma perse la sua fede quando scoprì che il popolo aveva assassinato l'Angelo Senza Nome, impazzita a causa della follia provocata da Emrakul. Iniziò così a raccogliere il potere del Pantano e, affascinata dalle sue promesse, iniziò a strappare le anime al popolo di Verlasen e a tradire gli abitanti della chiesa.

Era pronta a ucciderla per rendere l'Entità del Pantano intera. Dopo che finì di parlare, Willia spezzò il Seelenstone per liberare le sue anime a beneficio dell'Entità.

Lo scontro finaleModifica

Tacenda e Davriel trovarono il corpo dell'Angelo Senza Nome. In qualche modo, l'anima dell'angelo era ancora presente e incoraggiava Tacenda a usare una nuova canzone gioiosa e calda. Grazie a quella canzone riuscì a sconfiggere i Whisperers e ad assorbire le loro anime. Con l'aiuto di Davriel, riuscì a sconfiggere e uccidere sua sorella. Con la morte, il corpo di Willia aveva liberato la sua parte dell'Anima del Mondo, e l'Entità del Pantano era stata resa completa all'interno di Tacenda.

Vide centinaia di mondi e tante persone. Imparò all'istante le generazioni che avevano vissuto negli Approaches. Ebbe ricordi dei secoli, l'essenza di tutti quelli che erano venuti prima. Ansimò, diventando una persona con diecimila anime. E poi le lasciò andare. L'Entità non lo gradì, ma lei era la sua padrona e non avrebbe mantenuto le anime di quelli che potevano ancora vivere o il cui corpo viveva ancora, in attesa che lo spirito tornasse. Mentre pensava a ciò che le era successo, qualcosa di profondo dentro di lei si accese, risvegliando il suo potere. Poi, completa per la prima volta nella sua vita, Tacenda svanì.

CuriositàModifica

  • Brandon Sanderson ha dichiarato che Tacenda è principalmente legata al rosso e secondariamente al verde e al bianco.
  • Brandon Sanderson ha dichiarato che l'Entità di Tacenda è legata al verde.
PLAN Attuali: Ajani - Angrath - Aminatou - Arlinn Kord - Ashiok - Chandra Nalaar - Daretti - Davriel Cane - Dovin Baan - Estrid Garruk - Huatli - Jace Beleren - Jaya Ballard - Jiang Yanggu - Karn - Kasmina - Kaya - Kiora - Koth - Liliana Vess - Mu Yanling - Nahiri - Narset - Nissa Revane - Ob Nixilis - Oko - Ral Zarek - Rowan Kenrith - Saheeli Rai - Samut - Sarkhan Vol - Sorin Markov - Tacenda Verlasen - Tamiyo - Teferi - Teyo Verada - Tezzeret - Tibalt - Ugin - Vivien Reid - Vraska - Will Kenrith - La Viandante - Wrenn
Barra
CAOS Dispersi: Ash Embereck - Arzakon - Dakkon Blackblade - Drabk - Eskil - Fatima - Fiers - Geyadrone Dihada - Grenfell Mor - Inzerva - Jared Carthalion - Kazz - Krim - Krimon - Lily - Marduk Blackwater - Masrath - Nailah - Parcher - Platon - Rafethrasa - Ramaz - Ravi Sengir - Ravidel - Sandruu - Tempè - Terrent Amese - Tessebik - Thomil - Thorn - Vram - Worzel - Yawden - Zakk
Barra
S Scintilla esaurita o persa: Azor I - Kuthuman - Nicol Bolas - Slobad
Barra
Lapide Deceduti: Altair - Azar - Baltrice - Bo Levar - Boragor - Chaney - Commodore Guff - Dack Fayden - Daria - Domri Rade - Dyfed - Elspeth Tirel - Faralyn - Feroz - Freyalise - Gideon Jura - Greensleeves - Grinth - Jeska - Kenan Sahrmal - Kento - Khazi - Kristina - Leshrac - Liana - Manatarqua - Meshuvel - Serra - Sifa Grent - Taysir - Tevesh Szat - Urza - Venser - Vronos - Windgrace - Xenagos
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.