FANDOM


Personaggio
Scarabeo Divino
Nome Scarabeo Divino
Originario di Amonkhet
Lifetime Data sconosciuta
Razza Dio
Titolo -
Stato Vivo


Scarabeo Divino (Scarab God) è uno dei tre dei dimenticati di Amonkhet. In origine una delle otto divinità del piano, venne corrotto da Nicol Bolas.

Contro Nicol BolasModifica

Insieme alle altre divinità, quando ancora era noto col suo vero nome, lo Scarabeo Divino difese Naktamun da Nicol Bolas. Quando il drago riuscì ad attraversare l'Hekma, Scarabeo attaccò insieme agli altri dei ma il drago diventò immateriale e nessun colpo delle loro armi riuscì ad andare a segno: il potere dell’intruso era almeno pari al loro. Bolas atterrò sulla cima della torre più alta, chiuse gli occhi e iniziò a preparare una magia. Le divinità percepirono un’ondata di mana turbinare intorno al drago e cercarono di difendersi disperatamente con la loro magia. Furono però troppo lente e quando il loro nemico riaprì gli occhi ogni mortale sufficientemente cresciuto da camminare si dissipò in aria. Una brillante luce bianca avvolse Naktamun e le divinità caddero in ginocchio dal tormento per le innumerevoli anime che erano appena svanite. La luce si interruppe e cadde il silenzio, interrotto solo dai lontani pianti di migliaia di bambini orfani. Le divinità gridarono orripilate: le preghiere dei bambini non avevano forma nelle loro menti, sconfinate suppliche le investirono, ondate di paura e confusione senza parole concrete, visioni parziali di madri e padri che venivano ridotti in polvere. L’improvvisa perdita di vite rese inermi tutte le divinità tranne Hazoret e Oketra. Diversamente dalle sue sorelle, lo Scarabeo si ritrovò paralizzato, come se avesse perso le membra.

Dopo la vittoria Bolas prese Scarabeo Divino e altre due divinità per sé e le ripose lontano, corrompendole per i suoi scopi futuri e facendo in modo che nessuno si ricordasse della loro esistenza.

Il ritorno dei tre deiModifica

Dopo che l'acqua del Luxa venne trasformata in sangue dalla magia di Razaketh, esso filtrò all’interno delle fondamenta di pietra della Necropoli. Tre enormi sarcofagi si aprirono e i tre dei dimenticati si risvegliarono dal loro sonno durante l'era della gloria. Lo Scarabeo rimase indietro mentre Scorpione Divino affrontò e uccise Rhonas; Locusta Divina inviò uno sciame di locuste che divorò l’Hekma. Scarabeo avanzò con gli altri due e insieme oltrepassarono la soglia dei Cancelli dell'Aldilà, entrando nella città di Naktamun.

L'attesa e L'Era dell'EternitàModifica

Diversamente dalle altre due divinità, Scarabeo rimase fermo ai Cencelli in attesa del suo padrone.

Dopo il ritorno di Nicol Bolas sul piano, l'era dell'eternità ebbe inizio. Lo Scarabeo Divino guidò fuori dalla Necropoli un esercito di migliaia di Eterni, non morti dei campioni delle ordalie passate. Portò gli Eterni nelle strade di Naktamun dove i guerrieri non morti si lanciarono su ogni abitante di della città che trovavano, uccidendo senza pietà e costringendo coloro che ci riuscivano a fuggire.

ReferenzeModifica

Rappresentato inModifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.