Sarpadia è un continente remoto nell'emisfero sud di Dominaria. Venne devastato dalla guerra nel periodo di tempo che comprese la guerra dei fratelli e l'era glaciale, subendo gli effetti dell'oscurità. Sono pochi gli avvenimenti storici conosciuti, come ad esempio la caduta delle cinque grandi culture intorno al 170 A.R. distrutte da forze d'invasione e lotte interne. Furono in molti a fuggire da Sarpadia per cercare rifugio in altri continenti e fu questo che permise alle creature note come thrull di conquistare tutto il continente.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Cambio di clima[modifica | modifica sorgente]

Dopo l'attivazione del Golgothian Sylex il clima iniziò a raffreddarsi. Le conseguenze furono la scarsità degli alimenti, del legno e del ferro. L'aumento delle offerte e la diminuizione delle necessità scatenarono conflitti tra città un tempo alleate e mentre la carenza di risorse minavano gli imperi sulla terraferma, a Vodalia i tritoni subirono l'invasione da parte degli homarid a causa del lento congelamento dell'acqua.

Caduta degli imperi[modifica | modifica sorgente]

Prima della caduta degli imperi c'erano cinque grandi culture su Sarpadia e ogni cultura usava un colore di mana: gli umani di Icatia per il bianco, l'Ordine della Mano d'Ebano per il nero, i tritoni di Vodalia per il blu, gli elfi di Havenwood per il verde e i nani dei Picchi Cremisi per il rosso. I cambiamenti climatici e le guerre interne portarono al conflitto e alla politica isolazionista. Il tomo intitolato Imperi di Sarpadia diviso in sette volumi, racconta l'ascesa e la caduta degli imperi a partire da quello dei nani, crollato a causa delle orde di orchi e goblin. L'Ordine della Mano d'Ebano fu egli stessa la causa della propria distruzione, causata da una ribellione dei thrull, mentre gli elfi caddero sotto le spore dei thallid. Vodalia venne invasa e distrutta dagli homarid, mentre Icatia seppur resistendo più delle altre civiltà alla fine cedette il passo alle invasioni di orchi, goblin, thallid e thrull anche perché i disordini erano iniziati dal Culto di Farrel.

La rivolta dei thrull[modifica | modifica sorgente]

Non si conosce molto della storia di Sarpadia dopo la caduta degli imperi, ma si sa che i thrull invasero i goblin e gli orchi, distruggendo i primi e costringendo i secondi a nascondersi nelle caverne. Avevano infatti acquisito la capacità di autoevoluzione, che li spingeva a mutare in forme sempre più potenti nel corso dei secoli insieme ai thallid. La forte carenza di intelletto dei thrull, li permise di accontentarsi di Sarpadia, senza mai venire a conoscenza degli altri continenti di Dominaria, arginando involontariamente la loro rivolta a questo singolo continente.

Era degli allagamenti[modifica | modifica sorgente]

Durante tutto il disgelo, gli homarid hanno regnato incontrastati nel Mare Voda. La loro espansione portò alcuni gruppi di homarid alle coste di Terisiare, dove causarono alcune inondazioni. Al termine di questo periodo, il riscaldamento delle acque spinse nuovamente gli homarid verso sud.

Invasione di Phyrexia[modifica | modifica sorgente]

Migliaia di anni dopo, durante l'invasione di Phyrexia, voci riportano che le mostruosità phyrexiane trovarono una forte resistenza da parte dei thrull. Sonoramente sconfitti i phyrexiani realizzarono che i thrull rappresentavano una vera minaccia solo nel momento in cui avessero realizzato che esistevano altre terre emerse su Dominaria e altri piani nel multiverso. I thull poi apparvero anche su Phyrexia e Rath, anche se molto più docili. Si vocifera che Yawgmoth o un suo evincaro, sia stato in grado di perfezionare la loro evoluzione.

Luoghi in Sarpadia[modifica | modifica sorgente]

Referenze[modifica | modifica sorgente]

Testi di colore[modifica | modifica sorgente]

Carte associate[modifica | modifica sorgente]

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.