FANDOM


Thousand-Year StormART

Il Progetto dei Fulmini Rivelatori (Project Lightning Bug) era un progetto degli Izzet ideato da Mareey, sotto la guida di Ral Zarek. Venne poi trasformato da Ral in un Faro Interplanare (Interplanar Beacon) che attirava altri planeswalkers per la battaglia contro Nicol Bolas su Ravnica.

Il progetto dei fulmini rivelatoriModifica

Nelle settimane successive al labirinto implicito, Niv-Mizzet si era accorto della mancanza di Jace Beleren per lunghi periodi di tempo e ne voleva conoscere il motivo. Mareey, la ciambellana del Mentefiamma consigliò di seguire i movimenti del Patto delle Gilde vivente con maggiore attenzione e propose il progetto dei fulmini rilevatori per scoprire la causa delle scomparse di Jace. Dal momento che il progetto si basava su complesse magie delle tempeste, Niv-Mizzet mise Ral Zarek a capo del progetto e il mago Izzet accettò l'incarico consapevole che la teoria del progetto rischiava di svelare l'esistenza dei planeswalkers e doveva quindi cercare di spingerlo in una direzione sicura. Ral contribuì alla ricerca con un discreto incantesimo che generava un minimo impulso di energia ogni volta che si fosse presentata una discontinuità, tra cui anche il passaggio tra un piano e l'altro. Un membro della gilda impiantò l'incantesimo di base nel mantello di Jace e successivamente Ral evocò un campo dinamico di amplificazione sul Decimo Distretto che come conseguenza causò un tempo uggioso che avrebbe amplificato i minimi impulsi dell'incantesimo, trasformandoli in crepiti di fulmini, individuabili ma che non avrebbero generato alcun sospetto. All'ultimo momento Ral ridusse la precisione della tempesta in modo che i dati del progetto non dimostrassero immediatamente l'esistenza dei planeswalkers.

Sfortunatamente per Ral, Maree e gli altri ricercatori Izzet replicarono la sua creazione e aggiunsero altri rilevatori che iniziarono a mandare dati su centinaia di abitanti del piano. Consapevole che non sarebbe riuscito a nascondere il segreto dei planeswalkers ancora per molto, Ral decise di andare da Jace nella speranza che insieme al mago mentale avrebbe potuto trovare un modo per risolvere il problema.

Insieme, i due planeswalker riuscirono a escogitare un piano per fare in modo che i dati del progetto rivelassero che i soggetti individuati non sparivano davvero ma erano solo invisibili alla tempesta. Considerando l'intero sistema inaffidabile, Niv-Mizzet decise di annullarlo.

Dopo la fine del progettoModifica

Dopo l'annullamento, il progetto continuò a raccogliere dati su quando un planeswalker arrivava o lasciava Ravnica. Di conseguenza, Ral apprese della presenza di un gruppo di planeswalkers che si erano stabiliti su Ravnica, così come degli strani spostamenti di Vraska. I dati raccolti sulla gorgone spinsero Ral a decidere di confessare a Jace che era solito usare il progetto per osservare i risultati, tenendoli però nascosti alla sua gilda.

Faro InterplanareModifica

Quando Niv-Mizzet rivelò a Ral Zarek di essere sempre stato consapevole dell'esistenza di altri mondi, dei planeswalkers e della minaccia di Nicol Bolas per Ravnica, fece in modo che Ral trasformasse il progetto dei fulmini rivelatori in un faro interplanare che attirasse altri planeswalker per aiutarli nella lotta contro Bolas.

Il faro veniva visto dai planeswalker come una luce scintillante che puntava verso Ravnica, e li esortava a viaggiare lì. La chiamata del faro era molto forte e richiedeva un'intensa concentrazione per resistergli e così, un alto numero di planeswalker si ritrovò su Ravnica. Tuttavia, il faro interplanare era in realtà parte del piano di Bolas in quanto era stato lui con le sue abilità mentali a "inserire" l'idea del faro nella mente del Mentefiamma e di Ral.

Quando Bolas attivò il Sole Immortale, intrappolò i planeswalker riuniti su Ravnica grazie al faro rivelando il suo vero obiettivo: sottrarre le loro scintille per alimentare il suo Incantesimo dell'Antico.

Durante la Guerra della Scintilla, Ral e Mareey si assunsero il compito di disabilitare il faro interplanare. Sfortunatamente, il faro era quasi indistruttibile e non c'era modo di spegnerlo, perchè Ral aveva preso della precauzioni per proteggerlo da Bolas quando l'aveva costruito. Ciò lasciò Ral con un'unica opzione: disabilitare la macchina scaricando completamente la sua potenza. Il procedimento fu lungo ed estenuante per Ral, che fu spinto ai limiti della sua capacità di canalizzare l'elettricità. Il faro infine si spense.

ReferenzeModifica

Rappresentato inModifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.