FANDOM


Ponte Planare (Planar Bridge) era un portale creato da Rashmi che permetteva di viaggiare tra i piani del Multiverso. Nonostante i Guardiani riuscirono a distruggere il Ponte, il suo nucleo venne assorbito da Tezzeret e ciò permette all'artefice di aprire portali su altri mondi.

Il trasportatore di materia Modifica

Nel tentativo di vincere la Fiera degli Inventori per realizzare i suoi sogni, Rashmi con l'assistenza di Mitul, lavorò su una sua invenzione che dopo diversi fallimenti si allontanò dal progetto iniziale. I due non si persero d'animo e continuarono a lavorare sul progetto finché questi funzionò: erano riusciti a teletrasportare la materia inorganica. Durante la prova però un pezzo si ruppe e Rashmi non riuscì a trovare nessun componente di ricambio. Quando sembrava ormai tutto perduto, l'elfa ricevette la visita della sua amica Saheeli Rai, che inizialmente si offrì di aiutarla, ma quando comprese ciò che l'altra aveva creato, essendo l'inventrice una planeswalker, capì ciò che il trasportatore poteva fare e l'avvertì che aveva realizzato qualcosa che non sapeva come funzionasse, né conosceva le possibili conseguenze di ciò che aveva progettato. Rashmi non comprese e le due litigarono. Successivamente però Saheeli ci ripensò e decise di aiutarla nonostante i rischi. Grazie a lei Rashmi potè portare la sua creazione alla Fiera.

Primo premioModifica

Grazie al trasportatore Rashmi vinse la Fiera degli Inventori. Prima dell'inizio della Grande Esibizione le guardie del Consolato, su ordine di Tezzeret, accompagnarono l'elfa nella Guglia Eterea, dove continuò a lavorare sulla sua creazione.

Ponte PlanareModifica

Dopo settimane di lavoro, Rashmi creò un secondo traportatore, ma molto più grande. Dopo che lo completò vide tramite la sua creazione diversi luoghi che non aveva mai visto e che non facevano parte del suo mondo. Quando Tezzeret arrivò per la prova finale, Rashmi gli parlò di ciò che aveva visto, ma l'altro prima la derise e poi la congedò affermando che ora quell'invenzione era sua. Comprendendo la vera natura dell'uomo, Rashmi escogitò un piano per distruggere il trasportatore e, sfruttando l'arroganza dell'artefice, ci riuscì. Fuggì e si riunì a Saheeli che la portò tra i Rinnegati. Nella base dei ribelli, Rashmi conobbe gli alleati della sua amica, altri planeswalker, che una volta saputo della sua creazione gli diedero il nome di Ponte Planare. Rashmi li sentì mentre sussurravano l’uno all’altro le atrocità e la devastazione che Tezzeret avrebbe potuto generare con l'invenzione originale in suo possesso.

La distruzione del Ponte PlanareModifica

Dopo che il Consolato riconquistò il Centro dell'Etere, Tezzeret riuscì a riparare il Ponte Planare. Venne raggiunto da Liliana Vess; i due si affrontarono e lei vinse. Proprio mentre stava per ucciderlo fu costretta a mettersi al riparo: Gideon e Chandra arrivarono a bordo della Speranza di Ghirapur. Gideon protesse entrambi con la sua magia e, grazie alle fiamme di Chandra, il Ponte Planare venne distrutto.

Il nucleoModifica

Nonostante il Ponte Planare sia stato distrutto, in The Art of Magic The Gathering: Kaladesh viene rivelato che prima della sua battaglia contro Liliana, Tezzeret aveva assorbito il nucleo del Ponte dentro il suo braccio di eterium.

Recupero del Sole ImmortaleModifica

Utilizzando il Ponte Planare, Tezzeret recuperò il Sole Immortale da Ixalan su ordine di Nicol Bolas, dopo che ricevette il segnale di Vraska.

La Guerra della ScintillaModifica

All'inizio della guerra, su ordine di Bolas, Tezzeret attivò il Ponte Planare su Ravnica aprendo il portale sul Seggio del Patto delle Gilde, riducendolo in macerie e distruggendo le Leyline che alimentavano il potere del patto delle gilde. A causa di ciò, Jace perse le sue abilità come patto delle gilde vivente e non potè esercitare la sua gerarchia contro Bolas e impedire all'Orda Atroce, sotto il comando di Liliana, di invadere Ravnica.

Successivamente, dal momento che i planeswalker sono gli unici esseri viventi a poter attraversare il Ponte Planare grazie alla loro scintilla, Dack Fayden, Ob Nixilis, Karn e Samut si offrirono volontari per attraversare il Ponte e chiuderlo dal lato di Amonkhet.

Arrivati su Amonkhet, mentre Ob Nixilis e Samut combatterono contro gli Eterni, Dack riuscì a distrarre Tezzeret dando a Karn un'apertura per far volare uno dei micro-droni esplosivi di Saheeli nel meccanismo di controllo del Ponte nel torace di Tezzeret, che esplose. Ciò fece implodere e collassare su se stesso il portale più grande che gli Eterni stavano usando per arrivare su Ravnica.

ReferenzeModifica

Rappresentato inModifica

Testi di coloreModifica

Carte associateModifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.