FANDOM


Il Sindacato Orzhov (Orzhov Syndicate) chiamato anche Orzhov è una delle dieci gilde di Ravnica nel patto delle gilde, fondata dall'Obzedat. È legata al mana nero e bianco.

Altri capogildaModifica

  • Dopo aver ucciso gli Obzedat, Kaya divenne la nuova capogilda.
  • Dopo la fine della Guerra della Scintilla, Tomik Vrona prese il posto di Kaya. Inizialmente solo per permetterle di svolgere la missione di uccidere Liliana Vess, ma poi con la benedizione dell'altra in modo permanente.

Ravnica: Città delle GildeModifica

Di media grandezza rispetto alle altre, per i suoi membri gli affari hanno la precedenza su tutto. Quasi tutte le imprese commerciali sono legate in modo subdolo agli Orzhov, che mostrano in pubblico una facciata di gruppo religioso, ma che in realtà adorano solo il profitto e il potere.

Possiedono un forte senso delle tradizioni e della comunità, riflesso dal fatto che rispettano i loro antichi riti e che dividono la loro ricchezza con la famiglia e gli amici più cari. I membri sono pronti a violare la legge per i loro fini e dal momento che "i morti esistono solo per governare", alcuni di loro decidono di diventare spiriti per continuare ad esistere dopo la morte.

DecamillennioModifica

Diecimila anni dopo, durante il decamillennio, l'anniversario della firma del patto delle gilde, i piani di Szadek causarono la rottura del patto. Dopo la sua sconfitta e quella di tutti coloro che cercarono di approfittare della situazione, venne creato un nuovo patto delle gilde, privo di potere magico, proposto da Teysa Karlov.

Senza la magia come costrizione non ci volle molto prima che la situazione scivolasse nel caos e alla fine anche il secondo patto venne rotto. Lentamente ciò portò gli Orzhov e le altre gilde a sciogliersi.

Ritorno a RavnicaModifica

Col passare degli anni anche la gilda Orzhov tornò attiva come le altre gilde.

Il labirinto implicitoModifica

Dopo che Niv-Mizzet rivelò le sue conoscenze sul labirinto implicito alle altre gilde annunciando che ognuno di loro avrebbe dovuto inviare un campione per partecipare, l'Obzedat scelse Teysa come sua campionessa. Alla fine però fu Jace Beleren, dopo che fermò i piani di Lazav, a "vincere" diventando l'incarnazione vivente del terzo patto delle gilde.

Prima della Guerra della ScintillaModifica

Durante l'improvvisa e lunga assenza del patto delle gilde vivente, gli Obzedat si concentrarono per ottenere sempre più prestigio per la loro gilda. Tuttavia, a causa dei piani di Nicol Bolas, il Concilio Fantasma venne ucciso da Kaya che assorbì i contratti dei debiti degli Obzedat e divenne la nuova capogilda. Nonostante l'avvertimento di Teysa, Kaya liberò molte persone dai debiti che dovevano alla gilda, in particolare i fantasmi legati a essa. Allo stesso tempo, aumentò le decime sulla popolazione per compensare le perdite economiche causate dal perdonare così tanti debiti.

Dopo che le informazioni sui planeswalker iniziarono a diffondersi sul piano, Kaya partecipò al Vertice delle Gilde proposto da Ral Zarek e organizzato da Isperia. Al vertice, Niv-Mizzet rivelò la minaccia in arrivo per Ravnica rappresentata da Nicol Bolas e propose di renderlo il nuovo patto delle gilde per affrontare il drago antico. Dal momento che molti diffidavano ed erano rimasti perplessi, la seduta venne aggioranta. Tuttavia, dopo che Vraska pietrificò Isperia uccidendola, tutte le speranze di cooperazione andarono in frantumi.

Kaya continuò a supportare il piano di Ral, che aveva realizzato un dispositivo che avrebbe permesso a Niv-Mizzet di diventare il nuovo patto anche senza l'aiuto delle altre gilde. La capogilda mise a disposione del mago Izzet tutte le risorse della sua gilda. A un passo dal successo della missione Dovin Baan, che in realtà era un agente di Bolas, sabotò il dispositivo lasciando ancora a Jace quel potere.

La Guerra della ScintillaModifica

Durante la Guerra della Scintilla, Kaya combatté contro gli Eterni dell'Orda Atroce di Bolas guidati da Liliana Vess. Riuscì a ottenere l'aiuto delle forze d'élite degli Orzhov nella lotta. Fu fondamentale nell'ottenere l'aiuto delle altre gilde e nel far risorgere Niv-Mizzet come nuovo patto delle gilde vivente.

Dopo la fine della guerra, Kaya venne giudicata da Niv-Mizzet e dagli altri capogilda: dal momento che aveva abbandonato Bolas prima dell'inizio della guerra, sarebbe stata risparmiata a condizione che facesse ammenda uccidendo Liliana Vess.

Dopo la Guerra della ScintillaModifica

Vincolata dai contratti dei debiti ereditati dall'Obzedat, Kaya non osava viaggiare nella cieca eternità perchè non poteva ignorare il rischio delle conseguenze della sua scomparsa da Ravnica. Fortunatamente per lei, Tomik scoprì una scappatoia legale che permise a Kaya di trasferire temporaneamente i suoi contratti Orzhov e le responsabilità della gilda a lui.

Dopo che Kaya "completò" la sua missione, Tomik la incontrò e le spiegò il suo piano per diventare il nuovo capogilda. Non avendo mai desiderato essere a capo degli Orzhov, Kaya approvò.

ReferenzeModifica

Testi di coloreModifica

Carte associateModifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.