Neheb era un guerriero minotauro di Amonkhet. Divenne uno degli Eterni al servizio di Nicol Bolas. Risvegliato dallo Scarabeo Divino durante l'Era dell'eternità, venne ucciso da Samut. Successivamente tornò nuovamente in vita e fu tra gli Eterni che invasero Ravnica durante la Guerra della Scintilla.

Le Ordalie[modifica | modifica sorgente]

Neheb affrontò le ordalie e insieme ai suoi compagni superò le prime tre. Quando il gruppo arrivò all'Ordalia dell'Ambizione però, il minotauro, che era consapevole che solo uno sarebbe potuto andare avanti, uccise tutti gli altri. Subito dopo affrontò un nemico in una lotta mortale nell'Ordalia dello Zelo e vinse. Dopo la sua vittoria venne ucciso da Hazoret.

Sconfitta[modifica | modifica sorgente]

Tra le rovine di Naktamun, insieme ad altri Eterni, Neheb attaccò il gruppo di Samut. I campioni non morti furono ben presto in vantaggio anche grazie alla loro capacità di usare la magia. Mentre molti dei vivi cadevano, Neheb combatté contemporaneamente contro Samut e Djeru. Il minotauro scattò la sua lancia in avanti scagliando un’ondata di fiamme contro Samut, che le schivò, ma Neheb si era già lanciato all’assalto puntando la lancia verso il petto di Djeru, che parò il colpo sollevando la sua spada, ma venne poi colpito al volto da un pugno che lo fece rotolare a terra. Samut ruggì e attaccò, ma Neheb l'anticipò con un rapido calcio allo stomaco respingendola e lasciandola senza fiato. Il minotauro approfittò della situazione e si lanciò su Djeru, con la lancia pronta a perforare il guerriero sdraiato sulla schiena. Un lampo di luce disorientò tutti i combattenti, Gideon Jura si mise tra i due facendo da scudo a Djeru con il suo corpo: la lancia del minotauro venne fermata dal bagliore dorato dell'invulnerabilità dello ieromante. Mentre Neheb cercava inutilmente di colpire Gideon, Samut scattò verso il minotauro e lo colpì alla schiena con entrambe le lame, abbattendolo.

La Guerra della Scintilla[modifica | modifica sorgente]

Neheb venne rianimato e insieme ad altri Eterni attraversò il portale che lo portò su Ravnica dove combatté contro gli abitanti del piano e i loro alleati planeswalker. Durante lo scontro venne nuovamente ucciso da Samut.

Referenze[modifica | modifica sorgente]

Rappresentato in[modifica | modifica sorgente]

Testi di colore[modifica | modifica sorgente]

Galleria[modifica | modifica sorgente]

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • La sua storia viene narrata in Magic Duels nella modalità storia di Amonkhet.
  • Neheb era il più grande guerriero della sua generazione.
  • "Combatti come Neheb” era un'espressione di grande stima tra i guerrieri di Naktamun.
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.