FANDOM


Luna Nulla (Null Moon) era uno dei due satelliti che orbitavano intorno a Dominaria ed era originariamente conosciuta come Null Sphere.

Sotto il controllo di YawgmothModifica

In origine, questa piccola luna artificiale era una base Thran progettata per controllare i soldati artefatto dell'impero Thran, ma durante la guerra civile, Yawgmoth ne prese il controllo e la utilizzò per trasformare le creature artefatto. In seguito cercò di usarla per proteggere Alcione e le sue forze phyrexiane, tuttavia gli operatori della sfera si ribellarono contro Yawgmoth scegliendo di sacrificarsi, sabotandola. La loro azione mandò in orbita la luna artificiale e causò anche la distruzione di Alcione e la fuga di Yawgmoth e dei suoi seguaci attraverso il portale per Phyrexia.

SummitModifica

Luna Nulla rimase in orbita per millenni e alla fine il suo scopo originale venne dimenticato, diventando poco più di una curiosità per gli studiosi. Servì da sede per alcuni planeswalkers durante il Summit di Luna Nulla che si riunirono su richiesta di Faralyn per trovare una soluzione al Frammento dei Dodici Mondi. Il vertice finì nel caos dopo che l'inganno di Faralyn venne alla luce e causò la morte di Chromium Rhuell, gettando le basi per la guerra dei planeswalkers.

Durante l'ApocalisseModifica

9000 anni dopo, Luna Nulla ebbe un ruolo nello sconfiggere Yawgmoth: dal suo lancio in orbita infatti, la luna aveva iniziato a produrre grandi quantità di mana bianco, che Gerrard Capashen credeva potesse essere usato per uccidere il dio di Phyrexia e guidò la Cavalcavento fino al lato della luna. Incanalò il mana in essa rilasciandolo poi verso Yawgmoth. Ciò causò un danno enorme al signore delle lande desolate, ma non riuscì a ucciderlo, tuttavia lo indebolì abbastanza da permettere a Karn, unito con tutti i componenti dell'eredità di ucciderlo.

Luna Nulla non venne distrutta, ma venne abbandonata in rovina con un grande buco. La mancanza del mana bianco non la fece più scintillare.

CuriositàModifica

  • Gli abitanti di Dominaria che non conoscono l'origine di Luna Nulla, la chiamavano Glimmer Moon per via dello scintillio che emetteva.

ReferenzeModifica

Testi di coloreModifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.