Il Labirinto implicito (Implicit Maze) è l'evento che vede le dieci gilde di Ravnica gareggiare tra loro per ottenere il potere all'interno del Forum di Azor.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il labirinto venne creato da Azor I, un percorso di linee di energia di mana che attraversa tutti i cancelli delle dieci gilde. Le sue informazioni erano nascoste in un codice che si trovava nella fondamenta stessa della città fin da quando venne costruita. Il percorso si è manifestato dopo la distruzione del patto delle gilde e venne scoperto da Niv-Mizzet. Conoscendo il Parun degli Azorius, il mentefiamma capì che era necessario che tutte le gilde partecipassero insieme in una volta sola al labirinto per permettere la sua attivazione. Così, rivelò quasi tutte le sue conoscenze alle altre gilde annunciando che ognuno di loro avrebbe dovuto inviare un campione per partecipare.

La mappa del labirinto in un ologramma di Jace.

Dopo aver affrontato diverse sfide, tutti i campioni arrivarono al Forum di Azor dove però caddero vittima dell'infuenza di Lazav che aveva scoperto il vero scopo del labirinto: esaminare se le gilde volevano creare un nuovo patto o se volessero solo scatenare la guerra provocando così il verdetto supremo di Azor che avrebbe distrutto tutte le gilde e devastato completamente il Decimo Distretto. Il mutaforma incitò i campioni a uccidersi a vicenda in modo da scatenare il caos e la distruzione. La sua follia venne però fermata da Jace Beleren, che come il capogilda dei Dimir aveva scoperto la verità ed era deciso a proteggere tutti gli abitanti del piano. Il planeswalker usando la sua telepatia riuscì a fermare i campioni, permettendo l'attivazione del terzo patto delle gilde.

Alterare il labirinto[modifica | modifica sorgente]

Dopo che il Vertice delle Gilde fallì a causa della morte di Isperia, uccisa da Vraska, Ral Zarek ideò un nuovo piano: alterare temporaneamente il labirinto implicito per realizzare l'obiettivo di Niv-Mizzet senza bisogno dell'accordo di tutte le gilde. Anche se neutrali, sia i Selesnya che i Simic acconsentirono a permettere agli Izzet di "usare" i nodi di energia nei loro territori, mentre Gruul e Golgari si opposero, ma vennero sconfitti in battaglia.

Durante l'attivazione del dispositivo, Dovin Baan, in realtà un agente di Nicol Bolas, sabotò il dispositivo al nodo di energia degli Azorius, facendo fallire il piano di Ral e lasciando ancora a Jace il potere del patto delle gilde.

Referenze[modifica | modifica sorgente]

Rappresentato in[modifica | modifica sorgente]

Testi di colore[modifica | modifica sorgente]

Carte associate[modifica | modifica sorgente]

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Alcuni membri delle gilde chiamano il labirinto implicito anche col nome di labirinto del drago per il fatto che sia stato organizzato da Niv-Mizzet.
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.