FANDOM


Krenko è un carismatico goblin di Ravnica, che accetta di compiere qualsiasi missione per soddisfare la sua avidità.

Missione a Sol-DimoraModifica

In cambio di una buona ricompensa, Krenko accettò la missione d'infiltrarsi nella sede dei Boros per recuperare un'ala di Feather. Dopo aver raccolto alcune informazioni, entrò senza problemi nella mensa poichè scambiato per una delle reclute goblin. Krenko ascoltò del duello tra Feather e Aurelia e della vittoria di quest'ultima, con sua sorpresa quando un soldato parlò male di Feather, in mensa scoppiò una rissa.

Il giorno dopo Krenko esplorò Sol-Dimora osservando i Boros, incuriosito dal fatto che più che sbrigare le faccende, litigavano continuamente fra loro. Trovò un goblin e gli chiese dove dovesse andare per dare un'occhiata a Feather. Il goblin rispose dicendogli di chiamarla col suo nuovo nome, poi gli disse le ultime novità e che era meglio stare lontano da lei.

Krenko trovò la stanza di Feather, entrò all'improvviso facendo esplodere un manufatto che stordì momentaneamente l'angelo, si avvicinò a lei e le strappò due piume dalle ali. Poi iniziò a correre verso la porta gridando che Feather era libera e l'aveva attaccato nel tentativo di fuggire. Subito comparvero due guardie minotauro che afferrarono Feather. Krenko approfittò della confusione per fuggire.

Al tramonto incontrò il suo cliente e gli consegnò una sola piuma. L'uomo come ricompensa gli consegnò una chiave per una cassaforte Orzhov. Krenko chiese di chi fossero i soldi e l'uomo rispose che erano lo stipendio che Feather aveva accumulato come Wojek e che non aveva mai speso. Poi gli chiese se mentre si trovava a Orzhova avrebbe potuto recuperare qualcosa per lui.

Ricercato dagli AzoriusModifica

Riuscito a infiltrarsi a Orzhova, Krenko riuscì a completare la sua missione e poi a provocare un esplosione che gli permise di scappare illeso. L'Obzedat lo accusarono per il furto, ma si rifiutarono di rivelare agli Azorius ciò che il goblin aveva rubato.

LimitiModifica

Durante una consegna d'armi andata male in Via Latta, Krenko uccise Dargig, il più giovane dei famosi Fratelli Devastatori. La notte seguente una serie di esplosioni illuminò il distretto e molti dei magazzini di Krenko furono dati alla fiamme. Quello era il modo dei Devastatori di dichiarare guerra a Krenko.

Alcuni giorni dopo, mentre stava mangiando al Millennial, Krenko venne interrotto da Gideon Jura venuto per arrestarlo. Il goblin si oppose e riuscì a colpirlo due volte, ferendolo alla gamba con un coltello, ma venne catturato e portato dallo ieromante in un presidio Boros. Con i polsi legati e un ghigno stampato sul volto, Krenko disse ai Boros che quello era un ottimo presidio anche se non era Sol-Dimora. Una finestra andò in frantumi e all'interno del presidio venne gettato un messaggio di Rikking e Gardagig che diceva che Krenko aveva ucciso loro fratello, di consegnarlo oppure avrebbero ridotto il territorio dei Boros in rovina. Avevano tempo fino alla stessa ora del giorno dopo per prendere una decisione. Krenko li schernì e Dars Gostok ordinò di metterlo dietro le sbarre, ma prima che i soldati lo trascinassero via, Krenko disse a Gideon che doveva sapere che i Boros non lo avrebbero consegnato ai Fratelli Devastatori.

ReferenzeModifica

Rappresentato inModifica

Testi di coloreModifica

Carte associateModifica

GalleriaModifica

CuriositàModifica

  • Insieme a Lazav è al quinto posto tra i dieci più pericolosi ricercati dagli Azorius.
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.