FANDOM


Piano
IsolaKaladesh
Nome Kaladesh
Blocchi Ambientati
Tipo Naturale
Luoghi Importanti Kaladesh/Luoghi
Razze Principali Kaladesh/Razze
Planeswalker Nativi Chandra Nalaar, Saheeli Rai, Dovin Baan
Planeswalker di Passaggio Nissa Revane, Liliana Vess, Tezzeret, Ajani, Jace Beleren, Gideon Jura, Huatli
Personaggi Principali Kaladesh/Personaggi
Personaggi Secondari Kaladesh/Personaggi
Eventi Fiera degli Inventori, Grande Boom dell'Etere, Grande Esibizione, Festa della migrazione
Altro Grande Flusso, Etereologia, Aradara dell'alba, Guglia Stillante, Sovrana Celeste, Cammino della Competenza, Ruotacelere, Etersfera, Eterurgia, Eterflusso, Etertormenta, Cuore di Kiran, Ponte Planare, Sorriso del Drago, Cacciatrice del Sole, Aliante, Martello d’Ottone, Demone di Vahd, Vento Gelato, Speranza di Ghirapur

Kaladesh è il piano di origine di Chandra Nalaar.

Un mondo di inventoriModifica

Kaladesh è un mondo di arte vivente la cui esuberante esistenza si basa sulla presenza tangibile dell'etere. Benchè presente in altri mondi, su Kaladesh rappresenta una componente fondamentale dell'ecosistema. Questa energia è infatti fonte di vita e pervade la natura, plasmando la terra e i corsi d'acqua, flettendo piante e arbusti in forme delicate e sinuose e attraendo le creature selvagge come una forza magnetica. Da quando l'etereologa Avaati Vya ha messo a punto il processo per raffinarlo, sessant'anni prima della Grande Esibizione dando inizio al Grande Boom dell'Etere, la sostanza è entrata indissolubilmente a far parte della cultura di innovazione di questo mondo. Il Consolato, il corpo governativo di Kaladesh, ha presto compreso il potenziale dell'etere come carburante e ha elaborato metodi di distribuzione di questa preziosa materia prima per fare in modo che fosse accessibile a tutti. I loro sforzi hanno dato origine a una sorta di "rinascimento degli inventori" sull'intero piano: un'epoca di speranza, ottimismo e creatività senza limiti.

I RinnegatiModifica

Benchè Kaladesh sia un piano ingegnoso e stupefacente, non si può dire che sia libero dai problemi. La cosidetta fazione dei rinnegati è infatti fermamente convinta che il Consolato violi le libertà dei cittadini. I rinnegati si rifiutano di rispettare le norme di sicurezza e contrastano gli sforzi profusi del Consolato per creare una società strutturata e rispettosa della legge.

La magia su KaladeshModifica

La magia e i suoi utilizzatori non sono solo rari su Kaladesh, ma vengono anche regolamentati e tenuti d'occhio più attentamente dell'etere stesso.

I piromantiModifica

Visto che i piromanti avevano una tendenza a causare danni collaterali e che in passato avevano causato terribili tragedie, anche se non sempre in modo intenzionale, ma a causa della loro natura, vennero considerati illegali su Kaladesh.

Fiera degli InventoriModifica

Il Consolato ha di recente annunciato l'inaugurazione di una Fiera degli Inventori, un evento della durata di un mese per celebrare le miriadi di scoperte frutto del Grande Boom dell'Etere e Dovin Baan, un vedalken planeswalker è stato scelto come ministro delle ispezioni. Durante i preparativi della manifestazione, Dovin ha eliminato centinaia di rischi per la sicurezza, ma si è ritrovato privo di risorse contro i rinnegati. Il vedalken decise così di viaggiare nella cieca eternità e andare su Ravnica per chiedere l'aiuto dei Guardiani, ignaro che nel gruppo di planeswalkers vi fosse anche Chandra Nalaar, figlia di due noti rinnegati.

Quando Dovin spiegò le sue richieste ai Guardiani scoprì però che aveva frainteso lo scopo del gruppo: il suo era un problema interno mentre loro si occupavano a combattere contro altri della loro razza che mettevano in pericolo i piani del multiverso e i loro abitanti, o contro minacce extraplanari.

Fiamma di sfidaModifica

Nonostante il rifiuto degli altri Guardiani alla richiesta di Dovin, le parole del vedalken e i ricordi del suo passato spinsero Chandra a ritornare su Kaladesh decisa a  scoprire chi fosse il rinnegato a cui davano la caccia. Insieme a Liliana Vess, le due andarono alla ricerca di informazioni finendo però nei guai a causa della necromante. Costrette a fuggire alla fine le due donne individuarono una figura misteriosa incappucciata e la seguirono pensando che fosse il rinnegato che cercavano, non fu cosi, l'uomo misterioso era una planeswalker noto a Liliana: Tezzeret. Tuttaviaa, seguendolo Chandra si ritrovò davanti qualcuno che credeva morto da tempo: sua madre Pia Nalaar

La condottiera dei rinnegatiModifica

Riconoscendo Chandra che per molti anni aveva creduto morta, Pia decise di non fuggire e si consegnò ai soldati del Consolato per costringere sua figlia ad andarsene: la donna era consapevole che i soldati erano troppi per lei. Venne portata via da Dovin, tornato su Kaladesh insieme a Nissa Revane. Chandra non voleva abbandonarla, ma venne portata via da Liliana e Nissa. Una volta al sicuro, l'elfa e la necromante litigarono e la seconda si allontanò. In lacrime, Chandra si alzò e iniziò a camminare senza meta, seguita da Nissa. Incontrarono un'anziana signora: Oviya Pashiri, che le disse che i Rinnegati avrebbero avuto bisogno della sua forza per liberare sua madre.

Nella stessa arenaModifica

Durante la loro ricerca di Pia a Dhund, Chandra, Nissa e la signora Pashiri finirono in una trappola di Baral e vennero catturate. Fortunatamente vennero salvate da Ajani. Una volta al sicuro videro i manifesti che annunciavano la sfida di Pia contro Tezzeret durante la Grande Esibizione, alla Fiera degli Inventori. Proprio in quel momento ai quattro si unirono Jace, Gideon e Liliana, arrivati su Kaladesh dopo che la necromante aveva informato il telepate della presenza di Tezzeret. Grazie a un'illusione che li faceva apparire come soldati del Consolato, i sei planeswalkers riuscirono a entrare alla Fiera. Dopo che Tezzeret accettò la sfida di Chandra, che intervenne per salvare sua madre dall'artefice, le illusioni si dissolsero rivelando il vero aspetto degli altri Guardiani e di Ajani, che iniziarono a combattere contro gli automi di Tezzeret. Sebbene le macchine dell'artefice vennero distrutte, Jace non riuscì a entrare nella sua mente e capì che l'altro era preparato per quello scontro perchè consapevole della loro venuta. In quel momento la Sovrana Celeste apparve nel cielo e Tezzeret dichiarò al pubblico che la Fiera si era conclusa; poi andò via a bordo dell'aeronave. Poco dopo Saheeli Rai si avvicinò ai Guardiani, Pia e Ajani e li informò che Tezzeret aveva rapito alcuni inventori tra cui la sua amica Rashmi, e rubato tutti i dispositivi e progetti, chiese anche se fossero in grado di aiutarla. Jace le rispose che Tezzeret doveva essere fermato.

La rivolta ha inizioModifica

Alcune settimane dopo dal loro scontro con Tezzeret, i Guardiani rimasero nascosti a lungo spostandosi da un rifugio all’altro, aiutando Pia e i Rinnegati e continuando sempre a indagare sulle possibili macchinazioni dell'artefice. Successivamente Saheeli disse a tutto il gruppo che aveva scoperto che Tezzeret si nascondeva in un laboratorio privato nella Guglia Eterea. Lei voleva liberare Rashimi, rapita da Tezzeret, infiltrandosi con almeno un altro di loro per poi fuggire. Liliana si fece avanti e disse che sarebbe andata lei. Ajani disse che dovevano aiutarle e Pia propose di conquistare il Centro dell'Etere in modo da togliere l'alimentazione alla Guglia e a qualsiasi cosa Tezzeret stesse preparando. Se ci fossero riusciti avrebbero potuto anche portare l’etere agli inventori Rinnegati e al popolo. Gideon disse che dovevano muoversi e spiegò il piano: Chandra e sua madre avrebbero mobilitato i Rinnegati mentre lui, Jace, Nissa e Ajani si sarebbero occupati di alcuni diversivi finché i ribelli non fossero stati pronti per dare inizio all’assalto. Avrebbero colpito per poi fuggire e scomparire e infine, quando i Rinnegati sarebbero stati pronti avrebbero coordinato l’attacco contro il Centro dell’Etere.

Contro il ConsolatoModifica

Dopo che Rashmi comprese la vera natura di Tezzeret, lo ostacolò e riuscì a fuggire per riunirsi a Saheeli. Successivamente, grazie alla "collaborazione" di Gonti, i Guardiani e i Rinnegati riuscirono a conquistare il Centro dell'Etere. Sfortunatamente per via del piano di Dovin, non riuscirono a mantenerlo a lungo e furono costretti a fuggire a bordo del Cuore di Kiran. Dopo che riconquistò la struttura, il governo di Ghirapur creò un blocco aereo con la Sovrana Celeste e altre navi minori da Saldapoli fino alla Guglia Eterea, ma Jace e Kari Zev a bordo della Sorriso del Drago riuscirono a riumuoverlo e permettere così l'inizio del contrattacco dei Rinnegati. Rashmi e Saheeli crearono un tottero appositamente modificato: Il suo carico era un disturbatore a etere, un dispositivo in grado di inabilitare il Ponte Planare e interrompere il suo funzionamento per sempre. Ciò avrebbe fermato i piani di Tezzeret. Per potersi avvicinare a sufficienza alla Guglia Eterea per lanciare la loro arma, un gruppo di Rinnegati a terra guidati da Pia insieme con Nissa e Ajani, distrussero il cannone alimentato a etere alla base della Guglia. A loro insaputa Dovin Baan riuscì a infiltrarsi nel Cuore di Kiran, Chandra lo scoprì ma non potè fare nulla per impedirgli di distruggere il disturbatore. Lo attaccò, ma lui schivò e fuggì viaggiando su un altro mondo. Gideon, Rashmi, Saheeli e Chandra cercarono di pensare a un piano alternativo, ma le loro scelte erano limitate: avrebbero dovuto usare Il tottero o nulla. Chandra ebbe un'idea: sarebbe salita a bordo della Speranza, se fossero arrivati sufficientemente vicini poteva essere lei il disturbatore. Nel frattempo Liliana si era infiltrata nella Guglia e trovò Tezzeret. I due si affrontarono e la necromante riuscì a vincere grazie al potere del Velo. Proprio mentre stava per uccidere l'artefice fu costretta a mettersi al riparo: Gideon e Chandra arrivarono nella sala a bordo della Speranza di Ghirapur; Gideon protesse entrambi con la sua magia e grazie alle fiamme di Chandra, il Ponte Planare venne distrutto.

RinnovamentoModifica

Dopo la scomparsa di Tezzeret, il Consolato si arrese ai Rinnegati e Pia Nalaar ne divenne la nuova leader. Iniziò la sua carica rimuovendo dal governo la corruzione, liberando coloro che erano stati imprigionati ingiustamente e riparando i danni provocati dalla rivolta. La console Padeem promise alla folla radunata con entusiasmo che il nuovo governo sarebbe stato un "enorme" passo in avanti per Ghirapur.

ApprofondimentoModifica

ReferenzeModifica

Testi di coloreModifica

Carte associateModifica

CuriositàModifica

  • Rispondendo a una domanda su A Voice for Vorthos, Doug Beyer ha dischiarato che Kaladesh ha vaghe influenze indiane ed è etnicamente diversificata.
Piani naturali: Alara | Alara Perduta | Alkabah | Amonkhet | Aranzhur | Arkhos | Azgol | Azoria | Belenon | Cabralin | Cridhe | Diraden | Dominaria | Echoir | Eldraine | Equilor | Ergamon | Fabacin | Fiora | Gargantikar | Gastal | Gobakhan | Ilcae | Iquatana | Innistrad | Ir | Ixalan | Kaladesh | Kaldheim | Kamigawa | Karsus | Kephalai | Kinshala | Kolbahan | Kylem | Kyneth | L'Inferno (L'Abisso) | Landa Tenebrosa | Lorwyn | Luvion | Mercadia | Moag | Mongseng | Muraganda | Nuova Alara | Plane of Mountains and Seas | Pyrulea | Rabiah | Ravnica | Reame di Meditazione di Bolas | Regatha | Segovia | Shandalar | Skalla | Tarkir | Tavelia | Theros | Ulgrotha | Valla | Vantraquaz | Vryn | Vuoto Abissale | Wildfire | Xerex | Zendikar
Piani artificiali: Argentum | Mirrodin | Mirrodin Puro | Nuova Phyrexia | Phyrexia | Rath | Reame di Serra
Altro: Bablovia | Sette piani di Parnash
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.