FANDOM


Kaervek proveniva da una delle città stato di Urborg era un mago ambizioso e il suo talento si manifestò in giovane età. Nutriva sogni di conquista, ma su Urborg c'erano decine di uomini in grado di ostacolare i suoi obiettivi di dominio.

La GuerraModifica

Quando avvertì l'enorme energia sull'isola di Chaza, Kaervek partì per il continente di Jamuraa per scoprirne la causa. Tuttavia, l'ondata d'energia era stata causata da Teferi quando accidentalmente rimosse se stesso e il suo laboratorio dalla linea temporale della realtà andando in fase. Così quando Kaervek arrivò, non trovò nulla da usare ma incontrò Mangara e Jolrael, altri due maghi che erano stati attratti dall'immensa energia.

Kaervek si alleò con Jolrael e andò con lei ad esplorare le zone del continente di Jamuraa e quando tornarono a Zhalfir, i due videro che Mangara aveva il controllo del regno. Kaervek convinse Jolrael che lo scopo di Mangara era di conquistare tutto il continente di Jamuraa. Insieme i due progettarono il loro assalto e Kaervek riuscì a imprigionare Mangara all'interno della prigione d'ambra e dopo, per soddisfare le sue ambizioni, diede inizio alla guerra. Manipolando Jolrael, la usò per poter conquistare tutto Jamuraa.

Invitò i suoi alleati di Urborg, i Nightstalkers e la sua mano destra, la guerriera pantera Purraj ad unirsi alla guerra, cosa che fecero anche gli alleati di Jolrael, i viashino e i draghi. La guerra fu lunga e coinvolse Zhalfir, Femeref e Suq'Ata. Asmira e Rashida Scalebane però, riuscirono a liberare Mangara che sconfisse Kaervek e lo imprigionò all'interno della prigione d'ambra.

ReferenzeModifica

Rappresentato inModifica

Testi di coloreModifica

Carte associateModifica

GalleriaModifica

CuriositàModifica

  • La prigione d'ambra venne posizionata nella prigione di Aku, ma quando Zhalfir fu perso a causa dell'interferenza di Jeska, Kaervek potrebbe essersi liberato e quindi essere ancora vivo in qualsiasi tempo sia finito il continente. Anche se molti fan pensano che sia riuscito a tornare su Dominaria.
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.