FANDOM


Personaggio
Josu Vess, Lich KnightART1
Nome Josu Vess
Originario di Dominaria - Caligo
Lifetime Data sconosciuta
Razza Prima Umano poi Zombie
Titolo Cavaliere Lich
Stato Deceduto


Josu Vess era il fratello di LIliana Vess. Venne maledetto involontariamente dalla sorella mentre cercava di salvarlo. Successivamente divenne un lich al servizio della Cabala di Belzenlok. Alla fine venne ucciso da Liliana.

La promessa del vuotoModifica

Josu venne gravemente ferito per mano dei nemici di suo padre. Delirante, il ragazzo venne affidato alle cure di lady Ana me le sue condizioni di salute rimasero gravi e continuarono a peggiorare sempre più.

Consapevole che suo fratello stava morendo, Liliana seguendo i consigli del misterioso uomo corvo preparò una pozione che fece bere a Josu contro il volere di Ana. Dopo aver bevuto, la respirazione di Josu migliorò e sorrise riconoscendo la sorella. Improvvisamente però il ragazzo urlò e il suo aspetto cambiò, diventando simile a quello di un non morto, immobile sul letto come se fosse morto. Quando Liliana gli strinse la mano, lui si liberò dalla presa e l'afferrò per la gola e disse che c'era tanto dolore, si sollevò e avvicinò il viso al suo e chiese dove l'aveva mandato, poi la lanciò contro il muro e lady Ana urlò. Liliana sussurrò che le dispiaceva. Lui si alzò vacillando, scattò verso di lei e disse che lo aveva condannato a un tormento senza fine. Afferrò Liliana per la gola, costringendola contro il muro. Lei lo supplicò di permettergli di aiutarlo, di tornare indietro in modo che potessero sistemare tutto, ma con un sussurro ruggente lui rispose che era perduto nel vuoto. Liliana gli chiese di fidarsi di lei, ma lui non volle e serrò la presa. Le disse che il vuoto l'avrebbe reclamata, che la sua fame non sarebbe mai morta e che avrebbe ottenuto entrambi. Liliana gli chiese di lasciarla e Josu rispose che non l'avrebbe più lasciata andare e che sarebbero stati insieme in quella eterna agonia. Furiosa, la ragazza scatenò con la sua magia un'esplosione d'oscurità tra loro che fece ribaltare Josu sul letto e crepitare e sgretolare la parete dietro di lei. Lui si rialzò, la guardò con rabbia e disse che la sua sorellina si dilettava con la necromanzia e l'aveva trasformato in ciò che era; affondò una mano verso di lei e una fontana d'ombre emerse dalle sue dita verso Liliana, che si difese e non subì danni. Josu rispondeva a ogni magia della sorella con una delle sue, distruggendo pareti e infrangendo finestre, le sue esplosioni deviate rispetto ai bersagli originali colpirono i servitori uccidendoli all'istante. L'implacabile assalto di Josu iniziò a sfinire Liliana e alla fine ebbe la meglio su di lei. Fortunatamente per la giovane, la sua scintilla si accese dandole la forza di respingere il fratello che indietreggiò sorpreso. Liliana evocò una folla di zombi, i cadaveri dei servitori morti, che andarono verso Josu, lo sommersero e lo sottomisero. Mentre lui lottava per liberarsi, Liliana svanì nel nulla.

La caduta della Casa dei VessModifica

Nonostante la partenza di Liliana, la maledizione di Josu non terminò. Suo padre tentò di ucciderlo per dargli la pace, ma lui lo uccise. Sua madre fuggì via portando con sè le altre figlie, poi si mise in cerca di una cura per lui e di Liliana, che credeva fosse stata rapita, ma morì durante il viaggio. Altri si presero il compito di distruggere Josu: le sue sorelle e i suoi cugini. Ma tutti loro morirono.

Al servizio della CabalaModifica

Quando la Cabala tornò al potere, Josu venne reclutato al loro servizio tramite un rituale che lo rese un potente lich. In grado di usare i ricordi e l'addestramento militare di quando era ancora in vita, Josu guidò le forze della Cabala sotto il suo controllo alla vittoria contro la Chiesa di Serra. Trasformò la foresta di Caligo in una palude e mandò in rovina Vess e il Maniero Vess.

Scontro con LilianaModifica

Sentendo la voce di Liliana attraverso il vento, Josu tornò al Maniero della sua famiglia. Vide sua sorella e la riconobbe subito. Liliana disse che il suo padrone l'aveva cambiato, Josu rispose con ira che era stata lei a renderlo ciò che era e l'altra replicò che aveva cercato di aiutarlo, ma era stata ingannata. Lui corse contro di lei armato con un martello da guerra, pronto a colpirla. Liliana usò il potere del Velo e Josu usò la magia di dementia: sua sorella vinse lo scontro e lui si ritrovò a terra. Liliana disse che la maledizione della loro famiglia era finita, ma Josu rispose che non sarebbe mai terminata finchè lei fosse rimasta in vita. Le raccontò ciò che era successo alla loro famiglia dopo la sua scomparsa e terminò dicendo che era sempre stata lei la vera maledizione della loro casata. Dopo che finì di parlare, il corpo di Josu scomparve.

ReferenzeModifica

Rappresentato inModifica

Testi di coloreModifica

Carte associateModifica

GalleriaModifica

Art
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.