Hekma.jpg

Hekma era la barriera che circondava e proteggeva la città di Naktamun dal deserto esterno e dai vari pericoli presenti in esso. Non era completamente impenetrabile e a volte si creavano delle aperture che venivano prontamente sigillate dalle sentinelle o dai visir. Per questo motivo si narrano storie delle mostruosità entrate in città e poi scacciate. Dopo l'Era della Rovina, la barriera dell'Hekma venne ripristinata tra le rovine di Naktamun.

La scomparsa della barriera[modifica | modifica sorgente]

Durante l'era della gloria, la Locusta Divina inviò uno sciame di locuste che ricoprì l’Hekma e la rosicchiò, dando inizio all'era della promessa.

Kefnet tentò di riparare la barriera ma venne attaccato da sciami di locuste che lo ostacolarono. L'Hekma scomparve e i non morti e gli orrori del deserto iniziarono a entrare a Naktamun.

Una nuova barriera[modifica | modifica sorgente]

In cambio della promessa di aiuto contro Nicol Bolas, Sarkhan Vol aiutò la dea Hazoret a ripristinare l'Hekma tra le rovine di Naktamun.

Successivamente, la dea mantenne la sua promessa donando la sua lancia che venne usata contro Bolas durante la fase finale della Guerra della Scintilla.

Referenze[modifica | modifica sorgente]

Rappresentata in[modifica | modifica sorgente]

Testi di colore[modifica | modifica sorgente]

Carte associate[modifica | modifica sorgente]

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Durante la battaglia tra Nicol Bolas e le otto divinità di Amonkhet, l'antico drago riuscì ad attraversare la barriera dopo che frantumò la mente di Kefnet.
  • Quando i Guardiani arrivarono sul piano, riuscirono ad aprire un varco nella barriera e a entrare in città grazie a un'idea di Jace Beleren.
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.