Il Clan Gruul (Gruul Clans) chiamato anche Gruul è una delle dieci gilde di Ravnica nel patto delle gilde, fondata da Cisarzim. È una delle gilde più grandi, in origine, dopo la firma del patto, i loro membri avevano il compito di preservare la natura selvaggia su Ravnica tenendo sotto controllo la civiltà. Le altre nove gilde tuttavia invasero ogni zona selvaggia del piano con la costruzione di nuovi edifici. Ciò causò un cambiamento nei Gruul. È legata al mana rosso e verde.

Altri capogilda[modifica | modifica sorgente]

Dopo la morte di Cisarzim altri presero il suo posto come capogilda, tra questi, Borborygmos rimase a capo dei Gruul dal primo patto delle gilde fino a prima della Guerra della Scintilla dove venne sfidato e sconfitto da Domri Rade che prese il suo posto.

Dopo la morte di Domri durante la Guerra della Scintilla, Borborygmos tornò a essere il capogilda dei Gruul.

Ravnica: Città delle Gilde[modifica | modifica sorgente]

Oltre all'abbattimento delle terre selvagge, i Gruul si videro privati delle loro responsabilità verso la natura dalle altre gilde: i Simic, che affermavano la giurisdizione sul futuro della natura e i Selesnya, che predicavano sulla natura all'interno del loro conclave. A causa di ciò iniziarno ad essere visti fuori dal patto. Gli Azorius non li comprendevano e pertanto i Boros non erano tenuti a proteggerli e gli Orzhov erano liberi di schiavizzarli.

Ignorati e sfruttati, i Gruul approfittarono di ogni motivo per distruggere ogni simbolo di civiltà. Razziavano ogni zona civile, conquistando ogni risorsa per poi spostarsi lasciando dietro di sé solo macerie fumanti.

Dopo lo scioglimento delle gilde, i vari clan si divisero nuovamente e alcuni di loro accolsero in essi alcuni ex-membri dei Rakdos.

Ritorno a Ravnica[modifica | modifica sorgente]

Dopo la riunificazione dei clan, Borborygmos divenne nuovamente il capogilda. Questo perché era il più temuto tra i membri di tutti i clan. Periodicamente si riuniscono a Skarrg, un grande falò nelle rovine di un palazzo, per fare grandi arrosti con cinghiali e altre bestie. Qui spesso i clan entrano in guerra tra loro, perché non vi è tregua tra i membri della gilda, in nessun luogo.

Il labirinto implicito[modifica | modifica sorgente]

Dopo che Niv-Mizzet rivelò le sue conoscenze sul labirinto implicito alle altre gilde annunciando che ognuno di loro avrebbe dovuto inviare un campione per partecipare, Borborygmos scelse Ruric Thar come campione dei Gruul. Alla fine però fu Jace Beleren, dopo che fermò i piani di Lazav, a "vincere" diventando l'incarnazione vivente del terzo patto delle gilde.

Prima della Guerra della Scintilla[modifica | modifica sorgente]

Durante l'improvvisa e lunga assenza del patto delle gilde vivente, i Gruul iniziarono a provocare più disordini e caos.

Dopo che le informazioni sui planeswalker iniziarono a diffondersi sul piano, Borborygmos accettò di partecipare al Vertice delle Gilde richiesto da Ral Zarek e organizzato da Isperia per via di un favore che doveva a Niv-Mizzet. Al vertice, il Mentefiamma rivelò la minaccia in arrivo per Ravnica rappresentata da Nicol Bolas e propose di renderlo il nuovo patto delle gilde per affrontare il drago antico. Dal momento che molti diffidavano ed erano rimasti perplessi, la seduta venne aggiornata. Tuttavia, dopo che Vraska pietrificò Isperia uccidendola, tutte le speranze di cooperazione andarono in frantumi.

Dal momento che per i Gruul la cooperazione tra le gilde era vista come un anatema, Borborygmos perse molto rispetto e onore tra il suo popolo. Venne sfidato da Domri Rade che riuscì a sconfiggerlo diventando il nuovo capogilda.

Sotto la guida di Domri, i Gruul non supportarono più il piano di Niv-Mizzet.

La Guerra della Scintilla[modifica | modifica sorgente]

Dopo la morte di Domri durante la Guerra della Scintilla, i Gruul si ritrovarono senza un capo e non collaborarono con gli sforzi anti-Bolas rimanendo neutrali. Successivamente, Araithia Shokta, parlò con Borborygmos e lo convinse a sostenere la loro causa. Tornato a essere capogilda, Il ciclope guidò i Gruul nella lotta.

Dopo la fine della guerra, Borborygmos inviò Gan Shokta come suo rappresentante da Niv-Mizzet, diventato il nuovo patto delle gilde vivente, e agli altri capogilda e il guerriero concordò che i planeswalkers rimasti fedeli a Bolas o disertati troppo tardi dovevano essere puniti: Ral, Vraska e Kaya avrebbero dato loro la caccia.

Referenze[modifica | modifica sorgente]

Testi di colore[modifica | modifica sorgente]

Carte associate[modifica | modifica sorgente]

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.