FANDOM


Personaggio
Gisela1
Nome Gisela
Originario di Innistrad
Lifetime Data sconosciuta
Razza Angelo alterato
Titolo
  • Lama della Notte Dorata
  • Lama Spezzata
Stato Divenuta Brisela


Gisela era l'arcangelo a capo del volo di angeli della Notte Dorata. Dopo l'arrivo di Emrakul su Innistrad, si fuse con Bruna. Dalle due nacque Brisela.

Scomparsa di AvacynModifica

Gisela è stata una dei pochi testimoni della battaglia tra Avacyn e Griselbrand. Era la confidente dell'arcangelo, più simile ad un'amica che a un'alleata. Quando vide la conclusione della battaglia e l'imprigionamento dei due all'interno della Tomba Infernale, scoprì emozioni che non aveva mai provato prima: paura, impotenza e disperazione.

Ritorno di AvacynModifica

Quando la Tomba Infernale andò in frantumi come conseguenza delle macchinazioni di Liliana Vess, Avacyn tornò libera. La sua presenza infuse nuovamente forza alla magia divina e speranza nei suoi seguaci. Gli angeli dei tre voli si unirono immediatamente a lei pronti ad affrontare le forze oscure di Innistrad.

Nuovamente piena di speranza Gisela era pronta alla battaglia, certa che, guidate da Avacyn, le forze della luce avrebbero trionfato sull'oscurità.

Uno sguardo vuoto e spietatoModifica

Un anno dopo dalla liberazione di Avacyn dalla Tomba Infernale, Gisela venne convinta dalla patrona di Innistrad che i crimini degli esseri umani erano uguali a quelli dei vari mostri del piano e si unì a lei accettando di aiutarla nella sua grande opera di purificazione.

Gisela e Bruna andarono da Sigarda e conversarono finché Avacyn non le raggiunse. Gisela ascoltò in silenzio la discussione che seguì e quando l'arcangelo terminò e volò via, Gisela e Bruna la seguirono.

L'arrivo di EmrakulModifica

Dopo la morte di Avacyn, Emrakul arrivò su Innistrad e Gisela fu tra coloro che vennero alterati dal potere del titano. Colei che era stata nota come Gisela, smise di esistere e si fuse con Bruna, che aveva subito il suo stesso destino, e insieme divennero un essere mostuoso che incessantemente intonava: "tutto è Emrakul! Noi siamo Emrakul!".

ReferenzeModifica

Rappresentata inModifica

Testi di coloreModifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.