FANDOM


Luogo
Cabal StrongholdART1
Nome Fortezza
Piano prima su Rath, dopo su Dominaria - Domini, Isole Scottanti, Urborg
Mana B
Titolo Fortezza di Volrath


La Fortezza (Stronghold) era la sede centrale di potere dell'evincaro di Rath, posta all'interno di un vulcano, sopra la città dei traditori. Poteva essere raggiunta percorrendo gli abissi della morte, la fornace di Rath e i giardini di Volrath. Successivamente venne "spostata" a Urborg su Dominaria.

GeografiaModifica

La Fortezza era sia la base principale di Phyrexia su Rath, sia il centro di produzione di mutaroccia. Per il popolo di Rath, la Fortezza era il simbolo della loro oppressione e la crudele volontà dei padroni phyrexiani.

La Fortezza aveva numerose aree: conteneva gli ormeggi per la Predatrice, labirinti per il contingente di truppe mogg, alloggi per i soldati, la stanza privata dell'evincaro, la stanza del reattore di mutaroccia e infine prigioni e camere di tortura dove venivano fatti esperimenti sui prigionieri, che venivano trasformati in esseri mostruosi. Il cratere sotto la Fortezza, la città dei traditori fu sede delle tribù il-Kor, il-Dal e il-Vec.

StoriaModifica

Alcuni mesi prima della congiunzione, la Fortezza divenne la prigione di Sisay e di altri membri dell'equipaggio della Cavalcavento. Vennero tutti liberati, ma l'equipaggio perse Mirri, Ertai e Crovax. La Cavalcavento subì gravi danni e Karn, Tahngarth e Sisay, rimasero profondamente colpiti dalle loro esperienze in quel luogo. A ognuno di loro servì diverso tempo per riprendersi completamente. Nonostante diverse incursioni delle forze ribelli guidate da Eladamri e Lin Sivvi, la scomparsa di Volrath, la disputa per il suo successore e il tentativo di sabotaggio al reattore da parte di Belbe, la Fortezza rimase saldamente sotto il controllo di Rath fino alla sua sovrapposizione su Dominaria.

Dopo la congiunzione, la Fortezza venne posta su un vulcano spento su Urborg. Le truppe al suo interno rinforzarono quelle phyrexiane già presenti su Dominaria, permettendo ai phyrexiani di ottenere una posizione predominante. La fortezza venne assediata con successo dalla coalizione.

Venne distrutta dai nani di pietra, che causarono un'eruzione vulcanica. Tuttavia, lo scopo finale della fortezza era già stato raggiunto: il portale planare della sala del trono permise a Yawgmoth di entrare personalmente su Dominaria per poi divenire una nube mortale.

Dopo la fine dell'invasione, dalle rovine della fortezza si risvegliò il Re Tessitore, un uomo divenuto ombra. Questi manipolò le menti della popolazione di Urborg. Trecento anni dopo venne ucciso da Venser.

Sessant'anni dopo la Riparazione, la Fortezza divenne la nuova sede della Cabala sotto la guida di Belzenlok e vi rimase fino alla morte del demone.

Piantina della Fortezza

Mappa della Fortezza.

ReferenzeModifica

Rappresentata inModifica

Carte associateModifica

GalleriaModifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.