Gli Eterni (Eternals) sono non morti di Amonkhet creati per volere di Nicol Bolas tramite l'uso del lazotep. Sono gli ex-iniziati delle varie Messe che hanno superato tutte e cinque le ordalie del piano i cui corpi vennero inviati nella Necropoli. Padroneggiano tutte le tecniche che conoscevano quand'erano in vita. Tra essi vi sono, anche se in minoranza, altre creature del piano.

L'arrivo degli Eterni[modifica | modifica sorgente]

Poco dopo il ritorno di Nicol Bolas sul piano, l'era dell'eternità ebbe inizio. Lo Scarabeo Divino guidò fuori dalla Necropoli un esercito di migliaia di Eterni, non morti dei campioni delle ordalie passate. Privi di emozioni e letali in battaglia, gli Eterni si lanciarono su ogni abitante di Naktamun che trovavano, uccidendo senza pietà e costringendo, coloro che ci riuscivano, a fuggire dalla città.

Contro i Guardiani[modifica | modifica sorgente]

Tra le rovine di Naktamun, alcuni Eterni tra cui anche il leggendario Neheb, attaccarono il gruppo di Samut. Per via delle grandi capacità dei non morti, in grado anche di usare la magia, molti guerrieri caddero sotto i loro colpi. Samut e Djeru affrontarono Neheb, ma il minotauro riuscì ben presto ad avere la meglio. Proprio mentre Neheb stava per uccidere Djeru, Gideon Jura intervenne facendo da scudo al guerriero con la sua magia di invulnerabilità, mentre gli altri Guardiani lanciavano le loro magie e assalivano gli altri Eterni. Approfittando della distrazione di Neheb che cercava inutilmente di colpire Gideon, Samut scattò verso il minotauro e lo colpì alla schiena con entrambe le sue armi, abbattendolo. Grazie all'aiuto dei Guardiani i guerrieri di Amonkhet vinsero lo scontro.

La Guerra della Scintilla[modifica | modifica sorgente]

Dopo che il Ponte Planare venne attivato su Ravnica da Tezzeret, per ordine di Bolas, orde di Eterni uscirono dal portale. Comandati da Liliana Vess iniziarono a uccidere sia gli abitanti del piano che i planeswalker anche se erano proprio i secondi il loro vero obiettivo per via delle loro scintille.

Durante la guerra quando i difensori iniziarono a reagire, Bolas contrattaccò facendo partecipare alla battaglia anche Kefnet, Rhonas, Oketra e Bontu. Tutte e quattro le divinità non morte di Amonkhet ottennero la pace verso la fase finale della guerra dove vennero nuovamente uccise.

Dopo la sconfitta di Bolas e la fuga di Liliana da Ravnica, gli Eterni dell'Orda Atroce divennero inattivi. Su richiesta di Samut, Chandra e Jaya bruciarono i loro corpi per dar loro la pace.

Eterni su Amonkhet[modifica | modifica sorgente]

Dopo la distruzione del Ponte Planare, i restanti Eterni che erano rimasti a guardia del portale su Amonkhet divennero inattivi e vennero inceneriti in massa da Ob Nixilis. Tuttavia, gli Eterni sono ancora attivi in altre zone del piano.

Dopo la Guerra della Scintilla, Chandra tornò su Amonkhet e venne attaccata da alcuni Eterni, ma dopo un breve scontro, la piromante li incenerì.

Eterni noti[modifica | modifica sorgente]

Referenze[modifica | modifica sorgente]

Testi di colore[modifica | modifica sorgente]

Carte associate[modifica | modifica sorgente]

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.