FANDOM


Chomium Rhuell era uno dei cinque draghi sopravvissuti alla guerra dei draghi. La sua morte spinse Ravidel verso la follia, provocando così indirettamente la guerra dei planeswalkers.

Le cronache di Chomium RhuellModifica

GioventùModifica

Dopo essere stato generato dall'Ur-Drago, Chromium Rhuell fu il secondo degli antichi draghi della sua covata a darsi il nome. Dopo la nascita iniziò immediatamente a studiare la natura del piano in cui era nato, cercando di capire l'ordine alla base del mondo.

Incontro con i gemelliModifica

Mentre si trovava all'interno di un’alta vallata, Chomium Rhuell venne raggiunto da Ugin e Nicol. Li guardò con disapprovazione, li chiamò "giovani" e chiese perchè lo stessero disturbando. Nicol replicò che erano caduti dallo stesso battito d’ali, ma Chromium disse che si erano schiusi più tardi e quindi erano più giovani, oltre a essere anche più piccoli di dimensione rispetto a lui. Spiegò che avevano disturbato la sua osservazione delle varie creature che vivevano nel lago, e chiese perchè loro avevano solo un nome. Ugin spiegò che erano gemelli e Chromium disse che quindi avevano due nomi, ma li condividevano tra loro, uno per ciascuno, e ciò spiegava anche le loro dimensioni e il perchè sembrassero molto più giovani. Alla fine disse che voleva tornare alle sue osservazioni e non poteva farlo se loro due restavano lì a parlare ad alta voce e disturbare la fauna selvatica. Nicol chiese della caccia e Chromium rispose di andare a cercare Palladia-Mors dal momento che cacciare era la più grande ambizione della loro sorella.

L'ira di ChomiumModifica

Chromium Rhuell imparò a cambiare aspetto e trasformarsi da drago in umano e viceversa. Con la sua nuova forma potè camminare tra gli umani senza problemi e imparare molte cose. Mentre si trovava nella montagna in cui era nato, individuò Ugin e Nicol Bolas e li raggiunse. Li salutò e disse che quel luogo non era più sicuro per la loro specie. I gemelli rimasero sorpresi per l'aspetto del loro fratello e lui spiegò che era un trucchetto che aveva imparato per poter osservare gli umani che trovava affascinanti e parlò dei cacciatori di draghi.

Chomium aveva intenzione di consultarsi con Arcades e proporgli di distruggere il capo, i suoi eredi, i suoi accoliti e tutte le loro conoscenze sull'uccisione dei draghi, prima che potessero condividerle con altri. Spiegò che voleva uccidere solo coloro che rappresentavano una minaccia per i draghi e costringere gli altri ad abbandonare la montagna: non gli interessava dove sarebbero andati i sopravvissuti, l'importante era che non mantenessero le loro tradizioni di ammazza-draghi. Bolas chiese se stava dicendo che gli umani potevano uccidersi e torturarsi a vicenda, fintanto che lasciavano in pace i draghi. Chromium replicò che lui stava distorcendo le sue parole, ritornò al suo vero aspetto e, con ira, disse che capiva quello che stava facendo: distorceva le parole per assecondare i suoi desideri. Gli ricordò che lui era il minore tra tutti i draghi della loro covata, l'ultimo caduto e lo avvisò di non tentare mai più di sfidarlo o se ne sarebbe pentito. Dopo che finì di parlare, Chromium volò via.

Sangue e fuocoModifica

Durante la guerra dei draghi iniziata da Nicol Bolas, Chromium Rhuell decise di nascondersi in forma umana, fingendo di essere qualcosa che non era, per timore di essere deriso dagli umani che lo amavano o mangiato dai draghi che non condividevano il suo stile di vita.

Dopo la Guerra dei draghiModifica

Dopo la fine della guerra, una fragile pace era stata conquistata su buona parte delle terre di Dominaria. Solo pochi draghi antichi rimasero vivi, i perdenti vennero uccisi o privati dei loro poteri, degli arti e delle ali e trasformati in antichi wurm. I vincitori divennero gli antenati di tutti i moderni draghi, draghetti e viashino. Chomium Rhuell fu uno dei sopravvissuti, insieme ai suoi fratelli Nicol Bolas, Ugin, Arcades Sabboth, Palladia-Mors e il loro cugino Vaevictis Asmadi. Rhuell vagava per le terre sotto le mentite spoglie di un osservatore umano amichevole e coloro che lo incontravano lo rispettavano per la sua saggezza e benevolenza.

Al servizio di Geyadrone DihadaModifica

Chomium e la sua compagna Piru divennero servitori di Geyadrone Dihada. Lei li convocò per combattere Dakkon Blackblade. Dakkon cercò di prendere il controllo mentale di Rhuell per costringerlo a uccidere Piru ma fallì e rischiò di essere ucciso da Chromium, che stava assorbendo parte della sua energia. Dakkon riuscì però a esiliare Rhuell in un luogo sconosciuto. Piru fu meno fortunata, venne uccisa da Dakkon dopo che questi recuperò la blackblade.

Contro Palladia-MorsModifica

Non si sa come Rhuell riuscì a liberarsi dal servizio di Dihada, nè come affrontò la morte di Piru. Apparve sotto forma umana come membro del consiglio superiore delle Creste Mors, di cui era il leader, e lanciò un incantesimo su Palladia-Mors, sua sorella, in modo che continuasse a dormire sotto le Creste Mors.

Al servizio di FaralynModifica

Chromium giurò nuovamente fedeltà ad un altro planeswalker: Faralyn e fece amicizia col suo apprendista Ravidel. Durante questo periodo, Arcades Sabboth fu forzatamente convocato da Leshrac e costretto a combattere contro Kristina, che lo uccise.

Chromium2

Chromium Rhuell attacca Dakkon Blackblade.

MorteModifica

Rimase poi intrappolato nei frammenti dei dodici mondi. Nel 2.934 A.R., Faralyn convocò il Summit di Luna Nulla. La tensione era alta perché tra i presenti c'erano anche Leshrac e Kristina. A peggiorare le cose giunse il tradimento di Faralyn, che insieme a Leshrac e Tevesh Szat iniziarono a combattere contro gli altri planeswalker presenti. Prevedevano di uccidere un planeswalker, per avere la possibilità di fuggire dai frammenti.

Furono Ravidel e Rhuell a morire, ma il drago anziano era abbastanza potente che la sua energia permise ai tre planeswalker di fuggire. Kristina e il suo amante, Taysir unirono le forze per far tornare in vita Ravidel, che ascese. Invece di ringraziarli si infuriò con loro per non aver riportato in vita Rhuell. Il dolore per la perdita dell'amico e il suo desiderio di vendetta lo spinsero alla follia.

Planar BargeModifica

Il cadavere di Chromium Rhuell venne preso da Ravidel che lo modellò in quello che il planeswalker chiamò Planar Barge, che usava per trasportare il suo esercito mentre viaggiava nella cieca eternità.

Chromium e Chromium RhuellModifica

L'immagine di Chromium Rhuell nelle carte è differente da quella nei fumetti. La seconda è infatti più filiforme e più robotica. Questo confuse molti fan, che videro le due figure come personaggi differenti. È stato tuttavia confermato che sono lo stesso personaggio e la differenza può essere spiegata con la mutazione della forma o per via dei differenti stili artistici degli Illustratori.

ReferenzeModifica

Rappresentato inModifica

CuriositàModifica

  • È uno dei protagonisti del fumetto Elder Dragons.
  • Viene ricordato spesso da Ravidel.
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.