FANDOM


Bussola Taumaturgica

Bussola Taumaturgica (Thaumatic Compass) è una bussola che Nicol Bolas donò a Vraska in modo che la guidasse a raggiungere Orazca.

La BussolaModifica

La bussola si rivelò difficile da interpretare per Vraska e la sua ciurma a bordo della Belligerante in quanto cambiava direzione di tanto in tanto per poi tornare sui suoi passi ore dopo e i suoi vari aghi puntavano in direzioni diverse. Seguendo le sue indicazioni, la gorgone trovò Jace Beleren privo di memoria.

Qualcosa di inaspettatoModifica

Successivamente, dopo avergli spiegato che stava cercando Orazca e il Sole Immortale, Vraska diede la bussola a Jace dicendogli che forse lui sarebbe riuscito a capire come funzionasse correttamente. Durante il viaggio verso il continente di Ixalan, Jace decise di smontarla. Al centro della bussola notò un piccolo ingranaggio allentato, lo serrò, quindi rimontò la bussola e vide che ora emanava una sola luce laterale, brillante e definita, che puntava in un’unica direzione. Decise di provare una sua teoria e appoggiò la bussola su una cassa, chiuse gli occhi, si concentrò e provò a viaggiare tra i piani. Venne bloccato come le volte precedenti, ma osservando l'oggetto vide che l'ago stava puntando verso di lui. Comprese che la bussula puntava verso un determinato tipo di fenomeno magico, quindi la città dorata doveva essere un enorme fulcro di energia magica e la bussola doveva puntare direttamente alla fonte che l'alimentava.

Jace cercò Vraska per dirle che aveva capito il funzionamento della bussola e si accorse che stavano navigando verso una tempesta, così infilò la bussola in tasca per tenerla al sicuro.

La corsa all'oroModifica

Sopravvissuti alla tempesta che distrrusse la Belligerante sulla costa del continente di Ixalan, Jace e Vraska andarono alla ricerca del Sole Immortale mentre gli altri membri dell'equipaggio combattevano contro i sopravvissuti della nave della Legione del Vespro. Il telepate la informò che aveva capito come funzionasse la bussola e spiegò che oltre alla città dorata puntava anche a fonti di potente magia, non indicava il nord magnetico, bensì il nord eterico e loro potevano usarla per pianificare accuratamente la loro direzione, calcolando l’angolo tra il nord eterico e Orazca. Mentre proseguivano i due vennero raggiunti da Vona che dopo una breve battaglia riuscì a rubare la bussola a Vraska per poi fuggire. La vampira venne però raggiunta a sua volta da Tishana e Huatli venendo sconfitta dalla cavaliera. Tishana afferrò la bussola e la girò tra le mani e l'oggetto cominciò a irradiare una luce ambrata e palpitante direttamente davanti a sé facendo comprendere alla tritona la strada da seguire: erano vicine alla città dorata. Tuttavia, Tishana decise di rompere il suo accordo con Huatli; sarebbe andata a Orazca da sola per fermare Kumena. Proprio in quel momento Vraska e Jace, riunitosi ai loro compagni, le trovarono e recuperarono la bussola. Subito dopo Tishana inondò la zona costringendoli a scappare. La bussola taumaturgica iniziò a vibrare nella mano di Vraska, che urlò agli altri di continuare a correre comprendendo che erano vicini al loro obiettivo. Il gruppo vide Orazca emergere dalla giungla, risvegliata in tutto il suo splendore.

Il Sole ImmortaleModifica

Dopo che Vraska si lasciò cancellare i ricordi da Jace, si risvegliò davanti al Sole Immortale. La gorgone estrasse la bussola e vide che l’ago indicava in alto confermandole che quello era il manufatto che stava cercando.

ReferenzeModifica

Rappresentata inModifica

Testi di coloreModifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.