FANDOM


La Legione Boros (Boros Legion) chiamata anche Boros è una delle dieci gilde di Ravnica nel patto delle gilde. Fondata da Razia, è legata al mana rosso e bianco.

Altri capogildaModifica

Dopo la morte di Razia altri angeli presero il suo posto come capogilda:

  • Feather: dopo la morte di Razia rimase in carica fino a quando non venne sconfitta da Aurelia.
  • Aurelia: attuale capogilda Boros.

Ravnica: Città delle GildeModifica

È la forza militare più potente su Ravnica e una delle gilde più grandi. Si può diventare facilmente membro e si viene addestrati dai membri anziani, che credono nella giustizia e si occupano di far rispettare la legge, proteggendo i cittadini di Ravnica. La Lega Wojek, la forze armate e di polizia, è un sottogruppo della Legione Boros.

Dopo DiscordiaModifica

Dopo lo scioglimento della gilda, i membri ancora in vita divennero mercenari al servizio di ricchi e nobili, finché Feather non riformò i Boros in concomitanza con il patto non magico proposto da Teysa Karlov.

I nuovi angeli BorosModifica

Quando Szadek attaccò il Parhelion causò la morte di tutti gli angeli Boros tranne Feather. Quando l'ex-wojek rifondò la gilda, alcuni angeli che prima dello scioglimento delle gilde facevano parte degli Orzhov e altri non affiliati a nessuna gilda, decisero di unirsi ai Boros rifondando insieme alla loro leader le truppe angeliche della gilda. Non è noto se Feather creò altri angeli come in passato aveva fatto Razia.

Ritorno a RavnicaModifica

Feather venne sconfitta e passò le redini della guida dei Boros ad Aurelia. Quest'ultima è un angelo bellicoso contrapposto a Razia perché, a differenza di lei, è molto più partecipe alla lotte della gilda. Con il suo avvento, la Lega Wojek ha cambiato sede operativa, distaccandosi dalle operazioni militari di Sol-Dimora.

GerarchiaModifica

Come ogni corporazione militare, anche nella gilda boros vi è una rigida gerarchia, separata tra gli angeli e la Lega Wojek.

AngeliModifica

Gli angeli sono al di sopra della gerarchia e non fanno parte di essa. Sono più una guida e un'ispirazione per i soldati e difficilmente incrociano le loro spade infuocate in battaglia.

Livello 1, ParunModifica

In cima c'è il capogilda, al comando degli angeli e della gilda, e principale fonte di ispirazione e di guida. Nel corso degli anni il ruolo è passato da Razia (Parun) a Feather, fino ad Aurelia.

Livello 2, Capi della guerra angeliciModifica

Subito sotto al parun troviamo i signori della guerra angelici, gli angeli strateghi che studiano campagne spirituali che possono protrarsi per diversi secoli. Per ogni campagna studiata, si assicurano che segua i dogmi della gilda.

Livello 3, Angeli chioma di fuocoModifica

Questi angeli non sono strateghi o politici della gilda, servono più come guide in battaglia.

Livello 4, Guerrieri angeliciModifica

In questo livello di comando vi sono tutti i guerrieri angelici, al servizio degli altri angeli.

Livello 5, Maghi di gildaModifica

I maghi boros sono i mortali con il maggior potere all'interno della gilda, in quanto sono gli unici esseri viventi a poter comunicare con gli angeli.

Il labirinto implicitoModifica

Dopo che Niv-Mizzet rivelò le sue conoscenze sul labirinto implicito alle altre gilde annunciando che ognuno di loro avrebbe dovuto inviare un campione per partecipare, Aurelia scelse Tajic come campione dei Boros. Alla fine però fu Jace Beleren, dopo che fermò i piani di Lazav, a "vincere" diventando l'incarnazione vivente del terzo patto delle gilde.

Prima della Guerra della ScintillaModifica

A causa dell'improvvisa e lunga assenza del patto delle gilde vivente, Aurelia riorganizzò ulteriormente la gilda in innumerevoli piccole forze locali. Le forze Boros furono distribuite in guarnigioni, ognuna delle quali svolge tutte le funzioni precedentemente divise tra i quattro teatri, i gruppi creati da Aurelia per migliorare l'efficacia dei Boros. Ogni presidio ha una scarsa conoscenza delle attività degli altri e i piani segreti non sono condivisi. Pertanto, se una spia di un'altra gilda dovesse infiltrarsi in una delle guarnigione, il danno causato è limitato alla sola guarnigione compromessa. Gli angeli condottieri coordinano gli sforzi delle guarnigioni, con gli angeli di battaglia come collegamenti, mentre gli angeli dalla chioma di fuoco camminano regolarmente tra i soldati, sradicando ogni accenno di inganno o corruzione.

Dopo che le informazioni sui planeswalker iniziarono a diffondersi sul piano, Aurelia partecipò al Vertice delle Gilde dove Niv-Mizzet rivelò la minaccia in arrivo per Ravnica rappresentata da Nicol Bolas e propose di renderlo il nuovo patto delle gilde per affrontare il drago antico. Dal momento che molti diffidavano ed erano rimasti perplessi, la seduta venne aggioranta. Tuttavia, dopo che Vraska pietrificò Isperia uccidendola, tutte le speranze di cooperazione andarono in frantumi.

Aurelia continuò a supportare il piano di Ral Zarek, che aveva realizzato un dispositivo che avrebbe permesso a Niv-Mizzet di diventare il nuovo patto anche senza l'aiuto delle altre gilde. La capogilda mise a disposione del mago Izzet le forze militari dei Boros. A un passo dal successo della missione Dovin Baan, che in realtà era un agente di Bolas, sabotò il dispositivo lasciando ancora a Jace quel potere.

La Guerra della ScintillaModifica

Durante la Guerra della Scintilla, Aurelia e i Boros furono l'avanguardia delle truppe che combatterono insieme alle altre gilde contro l'Orda Atroce di Bolas guidata da Liliana Vess.

Dopo la fine della guerra, Aurelia si unì a Niv-Mizzet, diventato il nuovo patto delle gilde vivente, e agli altri capogilda e concordò che i planeswalkers rimasti fedeli a Bolas o disertati troppo tardi dovevano essere puniti: Ral, Vraska e Kaya avrebbero dato loro la caccia.

ReferenzeModifica

Testi di coloreModifica

Carte associateModifica

CuriositàModifica

Collegamenti esterni Modifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.