FANDOM


Fazione
Con il Patto delle Gilde:Azorius
Dopo il Patto delle Gilde:Azorius2
Nome Senato Azorius
Originaria di Ravnica
Fondata da Azor I
Membri importanti Augusto IV, Leonos II, Isperia, Borbin, Agrus Kos (temporaneamente), Frej Ralinu, Modar Bejiri, Nhillosh, Obez Murzeddi, Illindivossk, Pollotorus, Yindervac, Natt Vinloskarga, Trigori, Agosto, Mathvan, Lavinia, Sergiu, Mirela, Barvisa, Ludy, Otiev, Agmand Sarv, Kavin, Hulbein, Jek, Bailiff, Polgar, Geetra, Uzana, Bell Migellic, Dovin Baan, Lucinka, Rezajaelis Agnaus, Tagan, Parisha
Composta da Umani, sfingi, spiriti, elementali, lossodonti, grifoni, vedalken, arconti, felini, cavalieri, soldati, maghi
Sede Prahv, Nuovo Prahv
Significato del logo Lo stile labirintico rappresenta l'essenza della legge Azorius: una rigida struttura progettata per mettere alla prova la determinazione e per impedire i cambiamenti.


Il Senato Azorius (Azorius Senate) chiamato anche Azorius è una delle dieci gilde di Ravnica nel patto delle gilde, fondata da Azor I. È legata al mana bianco e blu.

Altri capogildaModifica

Dopo che Azor lasciò Ravnica viaggiando su altri mondi altri presero il suo posto come capogilda, tra questi i più noti sono:

  • Augusto IV: durante gli ultimi anni del primo patto delle gilde e fino al decamillennio.
  • Leonos II: dopo la morte di Augusto IV, rimase in carica durante il secondo patto delle gilde e fino allo scioglimento della gilda.
  • Isperia: con la rifondazione della gilda da parte della sfinge che ne rimase alla guida prima e durante il terzo patto delle gilde fino alla sua morte nel Vertice delle Gilde.
  • Dovin Baan: dopo la morte di Isperia, rimase in carica fino alla sua fuga dal piano durante la Guerra della Scintilla.
  • Lavinia: attuale capogilda Azorius.

Ravnica: Città delle GildeModifica

Il loro scopo è quello di creare leggi, i suoi membri sono convinti che la legistratura sia l'unica cosa a impedire a Ravnica di scivolare nel caos. Sono tra le persone più riservate e formalistiche del piano. Passano ore e ore a recitare le leggi di Ravnica affiché aderiscano completamente ai protocolli. Questo li portò a essere tra i più odiati, dato che rappresentano formalmente il governo su Ravnica.

Più piccola rispetto alle altre, per entrarci bisogna conoscere completamente ogni legge di Ravnica o esserne completamente devoti.

Per permettere una migliore applicazione della legge, lavorano spesso in collaborazione con i Boros, la gilda che gestisce le forze di polizia, i Selesnya e gli Orzhov, che forniscono avvocati per l'accusa e la difesa nei processi.

DecamillennioModifica

Diecimila anni dopo durante il decamillennio, l'anniversario della firma del patto delle gilde, i piani di Szadek causarono la rottura del patto. Augusto IV, il gran giudice che guidava gli Azorius in quel periodo, cercò di approfittare della situazione per far approvare una nuova riforma: la legge marziale. I suoi piani vennero però fermati da Agrus Kos e dopo la sua morte il Senato elesse Leonos II come nuovo capogilda.

Ritorno a RavnicaModifica

Dopo la distruzione di Prahv per lo schianto del Parhelion, gli anni trascorsero nella paralisi burocratica, mentre gli Azorius decidevano dove e come ricostruire. La guida di Leonos II non fu delle migliori, con l'avanzare del caos sul piano, dovuto alla rottura del nuovo patto non magico deciso da Teysa Karlov, lentamente gli Azorius e le altre gilde si sciolsero. Col passare degli anni i cittadini di Ravnica iniziarono a richiedere a gran voce l'ordine e le leggi. La gilda tornò attiva e si divise quindi in tre colonne, ognugna guidata da un arbitro. La Colonna Jelenn rappresenta i legislatori, la Colonna Lyev gli esecutori, mentre la Colonna Sova i giudici.

Per dare nuova linfa ed energia alla gilda rifondata, Isperia ne prese il comando, ascoltando i consigli delle tre colonne per poter finalmente riuscire a ricostruire Nuovo Prahv, la più alta struttura di Ravnica dopo Nivix, con fulcro centrale tre grandi colonne (palazzi molto spaziosi) in cui sono appunto ospitate le tre colonne.

Il labirinto implicitoModifica

Dopo che Niv-Mizzet rivelò le sue conoscenze sul labirinto implicito alle altre gilde annunciando che ognuno di loro avrebbe dovuto inviare un campione per partecipare, Isperia scelse Lavinia come campionessa degli Azorius. Alla fine però fu Jace Beleren, dopo che fermò i piani di Lazav, a "vincere" diventando l'incarnazione vivente del terzo patto delle gilde.

Prima della Guerra della ScintillaModifica

A causa della improvvisa e lunga assenza del patto delle gilde vivente, gli Azorius sono incerti su chi dovrebbe mantenere l'equilibrio tra le gilde. Come gruppo, sono convinti che il sistema non possa essere sconvolto, ma sono sfidati dalla realtà che l'unica persona che è destinata a tenere insieme il loro mondo non sembra mai presente. Il Senato sta invocando poteri di emergenza con crescente frequenza, e le forze dell'ordine della Colonna Lyev esercitano un'influenza sempre più crescente.

Dopo che le informazioni sui planeswalker iniziarono a diffondersi sul piano, un Vertice delle Gilde venne proposto da Ral Zarek e organizzato da Isperia. Al vertice, Niv-Mizzet rivelò la minaccia in arrivo per Ravnica rappresentata da Nicol Bolas e propose di renderlo il nuovo patto delle gilde per affrontare il drago antico. Dal momento che molti diffidavano ed erano rimasti perplessi, la seduta venne aggioranta. Tuttavia, dopo che Vraska pietrificò Isperia uccidendola, tutte le speranze di cooperazione andarono in frantumi.

Dopo la morte di Isperia, Dovin Baan divenne il nuovo capogilda e iniziò a dare maggior importanza e ad usare i maghi precognitivi per arrestare i colpevoli prima che i crimini venissero commessi, incurante che col suo sistema venissero arrestate anche persone innocenti.

Il vedalken continuò a supportare il piano di Ral, che aveva realizzato un dispositivo che avrebbe permesso a Niv-Mizzet di diventare il nuovo patto anche senza l'aiuto delle altre gilde. A un passo dal successo della missione Dovin, che in realtà era un agente di Bolas, sabotò il dispositivo lasciando ancora a Jace quel potere.

La Guerra della ScintillaModifica

Durante la Guerra della Scintilla, Lavinia e altri Azorius che come lei avevano rifiutato di riconoscere la guida di Dovin combatterono insieme alle altre gilde contro l'Orda Atroce di Bolas guidata da Liliana Vess.

Dopo che Dovin venne sconfitto da Lazav e costretto a fuggire su un altro mondo, Lavinia unì gli Azorius contro Bolas.

Dopo la fine della guerra, Lavinia divenne ufficialmente la nuova capogilda. Si unì a Niv-Mizzet, diventato il nuovo patto delle gilde vivente, e agli altri capogilda e concordò che i planeswalkers rimasti fedeli a Bolas o disertati troppo tardi dovevano essere puniti: Ral, Vraska e Kaya avrebbero dato loro la caccia.

ReferenzeModifica

Testi di coloreModifica

Carte associateModifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.