FANDOM


Antiquities si può ritenere la seconda espansione ufficiale di magic. Composta da sole 100 carte, venne rilasciata nel marzo del 1994, andò tutto esaurito alla fine del mese successivo. Non appartiene a nessun blocco. Vennero messe in commercio circa 15 milioni di carte.

AmbientazioneModifica

A Terisiare due fratelli orfani, Urza e Mishra, affidati all'archeologa Tocasia, studiavano per il loro apprendistato. Antichi manufatti inizialmente sconosciuti vennero portati alla luce dalle aride polveri del deserto, mentre i due fratelli nel frattempo, incuriositi dalle Grotte di Koilos, vi si avventurano. Al loro interno trovarono una mistica pietra, che nel momento in cui viene toccata da entrambi, si spacca in due. la prima parte, la mightstone venne presa da Urza; mentre la seconda, la weakstone da Mishra. Subito i due iniziarono a litigare per avere il controllo di entrambe le parti, mentre nella caverna si aprì un portale chiuso da secoli per il piano di Phyrexia. Con il tempo i due scatenarono una vera e propria guerra, nella quale Urza utilizzerà le antiche macchine da guerra dell'Impero Thran rinvenute nello scavo e da lui riparate, mentre Mishra si schiererà con i phyrexiani.

La guerra avrà termine con l'esplosione del Golgothian Sylex e il cataclismico cambiamento climatico di Dominaria, che porterà alla successiva oscurità e infine all'era glaciale.

Dettagli del SetModifica

Dettagli del set
Composizione per colore Composizione per tipi
Composizione per rarità


ProdottiModifica

Venduto in
Booster box
BoxAQ
Booster pack
Booster packAQ


Novità introdotteModifica

  • Per la prima volta vengono stampate più versioni (volutamente) di una carta che non sia una terra base.

CarteModifica

Errori di StampaModifica

CuriositàModifica

  • Arsenale di Tawnos e Armatura da Battaglia di Ashnod hanno ispirato la creazione degli equipaggiamenti.
  • Inizialmente era possibile mandare alla Wizards la collezione completa di Antiquities per ricevere indietro il corrispettivo in denaro. Questo era chiamato Antiquities buy-back program. Ciò venne fatto perché le bustine non contenevano una lista di carte completamente casuale.

Collegamenti EsterniModifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.